di Veronica Godano 21 Marzo 2020
Carlo Cracco

Lo chef stellato Carlo Cracco ha deciso di fare il volontario insieme al suo team nell’ospedale da campo alla Fiera di Milano. Il nosocomio in questione è una misura d’emergenza presa per creare più posti in terapia intensiva da destinare ai malati di Covid-19.

Cracco è entrato in servizio il 15 marzo. Nel menù: un’insalata di riso con verdure, una frittata con accanto verza, zucca e castagne. L’impegno dello chef proseguirà per tutta la prossima settimana, o comunque fino a quando ce ne sarà bisogno.

“Il nostro è un piccolo contributo – ha spiegato il cuoco stellato del ristorante in Galleria Vittorio Emanuele – per far sentire meno a disagio gli addetti che lavorano giorno e notte. Siccome nella struttura non c’è la mensa e noi tutti siamo a casa con il ristorante chiuso abbiamo dato la nostra disponibilità”.

Carlo Cracco ripete, anche lui, l’invito a tutti gli italiani di rimanere a casa, concetto ribadito ogni ora in questi giorni da tutte le Istituzioni, in primis dal Governatore della Lombardia Attilio Fontana e dai sindaci di Bergamo e Milano Giorgio Gori e Giuseppe Sala.

La cucina, insomma, a servizio dell’emergenza. Come Carlo Cracco a Fiera Milano, anche Chicco Cerea ha subito dato la disponibilità di tutta la realtà Da Vittorio per cucinare all’ospedale da campo più grande d’Europa, in costruzione a Bergamo.

Fonte: Italia a tavola