di Elisa Erriu 23 Dicembre 2020
chef-stellati-claudio-amendola

C’è chi pensa che gli chef stellati non siano esattamente “adatti” a rappresentare l’intera categoria di ristoratori in difficoltà: così Claudio Amendola ha detto la sua a riguardo, aggiungendo che sempre secondo lui, “si lamentano troppo”.

Durante il programma “Cartabianca“, su Raitre, l’attore e regista Amendola ha esposto ieri alla conduttrice Bianca Berlinguer anche la propria opinione in merito ai ristori previsti alla categoria dei ristoratori e chef. Secondo Amendola: “gli chef stellati hanno accumulato ricchezze per anni, non sono loro a doversi lamentare“.

I ristori vengono dati in base a quanto uno fattura durante l’anno“, ha detto Amendola. “Se tu fatturi tutto quello ce hai guadagnato, con quello che è previsto col ristoro, bene o male ci salvi la stagione. Se fatturi il 40% il ristoro ce l’hai soltanto su quello. Dipende quindi da ciò che dichiari come fatturato. Non me le invento ‘ste cose”.

“Le lamentele di chi fatturava molto? Ho sentito chef stellati che si lamentano troppo. Sono stati anni ad accumulare, per merito e per bravura, ma non sono loro i rappresentanti della categoria che si devono lamentare”, ha continuato l’attore. “Certo, poi ci sono anche molti ristoratori che sono in difficoltà. Sono loro la categoria che sicuramente va aiutata, mi piacerebbe sentire ogni tanto questo.”

[Fonte: il Corriere della Sera ]