di Veronica Godano 6 Aprile 2020
Colombe: 40 mila lievitati alla Protezione Civile da Melegatti

Quaranta mile colombe sono il gesto di solidarietà compiuto da Melegatti a favore della Croce Rossa Italiana, Caritas, e sedi della Protezione Civile del Veneto, Lombardia e Friuli Venezia Giulia. Ogni realtà, poi, le destinerà alle strutture ospedaliere del territorio.

In queste settimane di emergenza l’azienda desidera essere accanto a tutti gli italiani in difficoltà e a quanti si prodigano ogni giorno per lenire le sofferenze umane e facilitarne il recupero. #Vicinicondolcezza è l’hastag lanciato per l’iniziativa.

“Le nostre Colombe provengono dalla passione e dalla competenza di oltre 150 lavoratori che saranno molto felici nel sapere che ora, parte del proprio sforzo, serve a rendere più dolce la giornata di quanti sono in difficoltà. Un marchio da 126 anni così vicino alle famiglie italiane avverte naturalmente l’esigenza di collaborare con associazioni ed enti dedicati alla solidarietà e all’assistenza” dichiara Roberto Spezzapria, il proprietario dell’azienda dolciaria.

Se da una parte, però, bisogna plaudere allo slancio generoso dell’impresa; dall’altra c’è da dire che un’azione del genere andrà a compensare il trend negativo, visto che il mercato dei dolci da ricorrenza, a causa del Coronavirus, rischia il -40%. Un giro d’affari che, secondo i dati di Unione Italiana Food, tocca quasi 23mila tonnellate di colombe annuali e che quest’anno rischia una battuta d’arresto per l’emergenza sanitaria.