di Elisa Erriu 11 Gennaio 2021
cremona-cibo-asporto-senza-pagare

Ha ordinato cibo d’asporto senza aver mai pagato, accumulando così 2.500 euro di debiti in bar, trattorie e ristoranti a Cremona: così una quarantenne pensava di farla franca, ma alla fine è stata denunciata.

Com’è riuscita a truffare vari ristoranti, anche di lusso, senza pagare mai? I carabinieri della stazione di Vescovato l’hanno denunciata dopo aver seguito una lunga e articolata attività d’indagine per truffa e insolvenza fraudolenta. Infatti l’autrice del misfatto, una residente cittadina disoccupata, riusciva a ingannare le sue vittime con un abile stratagemma.

14 esercizi commerciali tra cui bar, trattorie e ristoranti della provincia che hanno denunciato la cliente, nel corso dei mesi scorsi hanno ricevuto ordini di acquisto telefonici e il committente riferiva che avrebbe incaricato una propria dipendente al ritiro della merce. I ristoratori si son fidati, consegnando il cibo d’asporto, ma alla fine nessun “cliente” provvedeva a saldare il conto.

Le truffe si sono concretizzate in vari ristoranti, accumulando 500 euro di debito di bottiglie di vino, pizze e bevande per un importo di 75 euro, 200 euro di cibo d’asporto in ristoranti di Cremona e di Persico Dosimo e anche una consegna da parte di una torrefazione di Cremona per l’importo complessivo di 300 euro.

Adesso, però i carabinieri sono riusciti a risalire a tutti i suoi debiti e hanno provveduto a denunciarla per truffa e insolvenza fraudolenta, con un conto da pagare di 2.500 euro.

[ Fonte: La Repubblica ]

 

1