di Veronica Godano 24 Gennaio 2020
dieta-del-gelato

Tredici imprese italiane per un totale di 229 milioni di fatturato: sono i numeri del mercato del gelato made in Italy. Queste aziende, produttrici di macchine adatte alla preparazione, detengono il 90% del mercato mondiale. I numeri arrivano in vista delle prossime edizioni di TuttoFood (Fieramilano, 17-20 maggio 2021) e di Hostmilano (22-26 ottobre 2021).

Dall’analisi emerge che, nel 2019, nella categoria “Tecnologie e attrezzature per prodotti alimentari”, il valore della produzione è pari a 5.262 milioni di euro (+0,2% rispetto al 2018, dopo il +1,3% del 2018 sul 2017), con un valore dell’export  che tocca quota 3.478 milioni di euro. I principali mercati di esportazione sono rappresentati dall’Unione Europea, mentre cresce la richiesta da parte dei mercati emergenti, primi fra tutti Stati Uniti ed Estremo Oriente.

Il settore – stando ai dati forniti dall’Associazione italiana costruttori macchine, impianti, attrezzature per la produzione, la lavorazione e la conservazione alimentare (Anima Assofoodtech), nell’ambito del settore Ho.Re.Ca. (Hotellerie-Restaurant-Cafè) – registra una crescita nel comparto “Macchine per caffè” (+2,8%), grazie soprattutto al boom di Paesi asiatici come Cina e Corea del Sud.

Valori positivi anche per i surgelati nella Grande distribuzione organizzata (Gdo) dopo un periodo di stagnazione. Il ramo vale quasi 1,8 miliardi di euro a livello italiano con un +0,9% nel 2019 sul 2018 e un valore delle vendite di 1.886 milioni di euro.

Fonte: Ansa