di Veronica Godano 15 Gennaio 2020
Ikea ritira dal mercato un bicchiere che rilascia sostanze chimiche

Ikea ritira dalle vendite il bicchiere da viaggio Troligtvis con la dicitura “Made in India”. Gli ultimi test rivelano che il prodotto può rilasciare sostanze chimiche in quantità superiori ai limiti stabiliti. La multinazionale svedese invita, quindi, i clienti a restituire l’oggetto al più vicino negozio Ikea, dove riceveranno un rimborso completo. Non sarà necessario esibire lo scontrino.

Per Ikea la sicureazza è importante. Tutti i prodotti sono testati con una certa frequenza e devono rispettare le norme e le leggi vigenti, oltre che i requisiti interni dell’azienda stessa. Dalle analisi emerge che il bicchiere può rilasciare dibutilfalato (DBP) superiore ai limiti stabiliti. Da molti anni l’azienda ha deciso di bandire l’uso degli ftalati dai prodotti destinati al contatto con gli alimenti, pertanto, ha bloccato la vendita dei bicchieri da viaggio, avviando, al contempo, un’indagine. Quest’ultima ha dimostrato la possibilità, anche se gli effetti negativi per la salute sono molto bassi, di un rischio chimico.

L’azienda, nel 2019, aveva ritirato anche un altro prodotto, il bavaglino Matvra, a causa del bottone che – se tirato dal bambino – poteva staccarsi e causare il rischio di soffocamento.

Chi volesse maggiori informazioni può contattare il Servizio Clienti di Ikea al numero verde (non a pagamento) 800 92 46 46.

Fonte: Ansa