di Veronica Godano 12 Febbraio 2020

Gli incendi in Australia hanno inflitto un duro colpo a flora e a fauna. Quasi 1 miliardo di animali selvatici sono rimasti uccisi dalle fiamme e 113 specie sono a rischio estinzione. Per contenere quella che ha le dimensioni di una catastrofe ambientale, è intervenuta Barilla insieme al Wwf.

La Fondazione Alimenta, nata grazie alla multinazionale italiana nel 2009, ha donato in favore di WWF Australia, offrendo un contributo per salvare quello che è sfuggito alle fiamme. Da cinque mesi, l’Australia è devastata dagli incendi. Sono bruciati circa 10 milioni di ettari di territorio, incluse aree naturali, parchi nazionali e aree protette che custodiscono ecosistemi unici.

“L’emergenza incendi in Australia è un evento che non ci ha lasciato indifferenti – ha affermato Paolo Barilla, Presidente della Fondazione Alimenta e Vicepresidente del Gruppo Barilla – con questa donazione vogliamo essere vicini e donare un concreto contributo a questo Paese a cui ci sentiamo molto legati. Aiutare le zone colpite e il ripristino della biodiversità in Australia è un dovere di tutti”.

La campagna in questione è dedicata alla ricostruzione degli ambienti e al sostegno dei centri di recupero per gli animali sottratti ai roghi. E’ prevista, inoltre, un’operazione di riforestazione dell’habitat che ha l’obiettivo di piantare due miliardi di alberi o di evitarne il taglio, per dare un futuro alla meravigliosa biodiversità australiana e restituire le risorse necessarie alle comunità locali.

Fonte: Ansa; Corriere Economia