di Elisa Erriu 26 Ottobre 2020
macerata-albergatore-offre-cena

Un albergatore di Macerata sembra aver trovato una soluzione per poter portare avanti la sua attività pur nel pieno rispetto del nuovo Dpmc: per chi rimane a cena da lui, offrirà una notte nel suo hotel .

La proposta di Simone Iuvalè, titolare dell’Hotel La Rosa dei Venti a Monte San Giusto, in provincia di Macerata, potrebbe diventare un’opportunità per i ristoratori che si son visti recentemente serrare le proprie serrande per via del nuovo Dpcm.  Infatti l’albergatore ha deciso che ospiterà gratis nel proprio albergo le persone che vogliono anche fermarsi dopo il coprifuoco delle 18.

In effetti, il nuovo decreto per contenere il contagio del Covid-19 in vigore da oggi, chiuderebbe i ristoranti alle 18, ma permette agli albergatori di far cenare i loro clienti senza limite d’orario.

In pratica in questo albergo (ma sarebbe dunque possibile anche in altri), il titolare farà un regolare check-in agli ospiti che vorranno cenare nel suo hotel, poi «se vorranno restare anche a dormire, il pernotto sarà gratis, sarà una procedura che seguirà tutte le regolari comunicazioni» spiega Iuvalè, precisando che effettuerà un regolare check-in e check-out come per gli ospiti paganti.

«La mia vuole essere una provocazione per manifestare solidarietà e porre attenzione a una situazione assurda e irresponsabile», ha continuato il titolare, raccontando che anche lui, come tanti altri, si era appena rialzato come imprenditore dopo le restrizioni e la crisi per il lockdown. Dopo le numerose disdette arrivate in questi ultimi giorni, che gli avrebbero procurato un danno economico di oltre 500mila euro, ha cercato di trovare così una soluzione.

«Il lockdown ha provocato perdite inestimabili – chiarisce – : il 2020 doveva essere l’anno boom per le Marche, decretate meta imperdibile dalla guida Lonely Planet. Vorrei capire i clienti degli alberghi che non hanno un ristorante dove andranno a mangiare, probabilmente finiranno ammassati nelle aree di servizio delle autostrade, ma che senso ha?» si domanda.

[ Fonte: Cronache maceratesi ]