di Veronica Godano 20 Novembre 2019
McDonald's

Lo chiamano il Robin Hood dei McNuggets sui social, perché per circa due anni e mezzo ha inserito 11 nuggets anziché 10 in ogni confezione venduta. La pepita in più doveva avere lo scopo di far sorridere i clienti di McDonald’s. Un gesto di gentilezza che Cody Bondarchuck, ex dipendente del colosso americano, ha reso noto su Twitter, ricevendo una pletora di complimenti online. In una settimana circa 900mila like e 80mila retweets.

L’uomo, che è di Edmonton, in Canada, ha lavorato nel fast food da adolescente. Non interagiva molto con i clienti, perché quel Mc effettua principalmente un servizio drive-through. A quel punto, l’idea di instaurare una forma di contatto con i clienti. “Ho immaginato che tornassero a casa e sorridessero un po’, vedendo il pezzo in più”.

Non ha, quindi, visto la reazione delle persone, ma ora può percepire l’affetto degli internauti che l’hanno ringraziato così: “Non tutti gli eroi indossano mantelle, alcuni solo le etichette con il nome”. E ancora: “Noi non ti meritiamo”. Il paladino dei nuggets ha calcolato anche che deve a Ronald 1.600 dollari dopo l’esilarante domanda di un utente: “Esiste uno statuto per le pepite rubate?”.

La storia di Cody ha ispirato altri lavoratori che, sulla base di questa confessione, hanno iniziato a condividere le loro storie di gentilezza verso i clienti.

commenti (1)

Accedi / Registrati e lascia un commento

  1. Avatar Oetzi ha detto:

    Devo stare messi davvero male negli USA, se un nugget in più è un atto eroico…