di Veronica Godano 7 Maggio 2020
Just Eat, food delivery

A Monza il Comune ha diramato una lista di chi consegna cibo a domicilio tra ristoranti e negozi. Il servizio è realizzato in collaborazione con Confcommercio, Confesercenti e APA Confartigianato e con il supporto tecnico di Nicola Ottomano. Per aderire, basterà inviare un’email a suap@comune.monza.it. 

A questo link è possibile visionare un nutrito elenco di attività alimentari e non che effettuano il food delivery.

Per quanto riguarda le attività in loco, è consentito l’accesso a un solo componente per nucleo familiare,  fatta eccezione per la necessità di portare con sé minori, disabili o anziani. Gli esercenti devono sempre mettere a disposizione dei clienti guanti monouso e soluzioni idroalcoliche per le mani prima dell’accesso all’esercizio. Ai gestori di ipermercati, supermercati e discount di alimentari si raccomanda di rilevare la temperatura corporea sia dei clienti che del personale, prima di autorizzare l’accesso: chi ha una temperatura superiore a 37,5 °C dovrà fare ritorno a casa, limitare al massimo i contatti sociali e contattare il proprio medico.

Inoltre, le attività sul posto di bar, pub, ristoranti, gelaterie e pasticcerie rimangono sospese, ad esclusione delle mense e del catering continuativo su base contrattuale, che garantiscono la distanza di sicurezza interpersonale di almeno 1 metro. Le attività di ristorazione potranno effettuare vendita da asporto e di consegna a domicilio. Il consumo non deve avvenire all’interno del locale, né al suo esterno devono formarsi assembramenti in cui non si rispetta la distanza fra le persone.

[Fonte: IlcittadinoMb]