di Veronica Godano 9 Dicembre 2019
pranzo-di-natale

Scelte green per il 78% degli italiani durante le festività natalizie. Infatti, un’alta percentuale di consumatori, opterà a Natale 2019 per una spesa sostenibile che prediliga prodotti alimentari “essenziali”. Tra i motivi della scelta di questo tipo di alimenti, il 36% dichiara di pensare ai benefici per la propria salute, mentre il 23% afferma di voler contribuire al benessere degli animali.

A rilevare usi e costumi di fine anno al supermercato, è lo studio “European Food Responsability Study”, realizzato da Ibm e Morning Consult. L’indagine ha coinvolto Italia, Spagna e Regno Unito. Secondo la ricerca, l’88% bada alla provenienza degli alimenti, in particolare per quanto riguarda l’origine etica. Il 63% poi non si lascia scoraggiare da un innalzamento dei prezzi di acquisto, se questi attestano una provenienza responsabile del cibo. Si mantiene alta l’attenzione per il tema degli sprechi alimentari, il 53% ha sottolineato di preferire acquisti in negozi che adottano iniziative volte a ridurre gli sprechi. Nove intervistati su dieci, invece, ritengono che sia necessario disporre di alimenti tracciabili attraverso la blockchain.

Per quanto concerne la salvaguardia del suolo, più dell’80% del campione ha mostrato “preoccupazione per il degrado” e i tre quarti si sono resi disponibili a pagare di più per prodotti alimentari coltivati in terreni sostenibili.

Fonte: Ansa