Pavia: denunciato rider positivo al Coronavirus che consegnava cibo

A Pavia un rider, risultato positivo al Coronavirus, è stato denunciato perché continuava a consegnare cibo.

Food delivery: rider

Fugge dalla quarantena e continua regolarmente ad andare al lavoro, nonostante fosse positivo al Coronavirus. E’ successo a Pavia, dove un uomo ha continuato a consegnare cibo a domicilio per il ristorante cinese in cui era impiegato.

A fermare l’uomo, ci hanno pensato i carabinieri di Pavia che lo hanno denunciato per “inosservanza dei provvedimenti dell’autorità”, reato punito con l’arresto fino a tre mesi o una multa massima di 206 euro. Chiusa, invece, l’attività commerciale.

L’uomo risultato positivo al Covid-19 non aveva manifestato sintomi, ma avrebbe dovuto comunque rispettare il periodo di quarantena invece di lavorare, come invece ha fatto.

Intanto in Cina calano i contagi rispetto agli inizi di febbraio secondo la Commissione Sanitaria Nazionale sul Coronavirus. Ieri, 29 febbraio, sono stati 47 i decessi per l’epidemia e 427 i nuovi casi. Degli oltre 80mila casi registrati nel mondo, sono 40mila i guariti. A rassicurare non sono solo i dati, ma anche i provvedimenti presi da alcune regioni cinesi che hanno iniziato ad abbassare il livello di emergenza. E’ avvenuto in Liaoning, al confine con la Corea del Nord, ma anche in Shanxi, Guangdong, Yunnan, Gansu e Guizhou. In totale sono 305 milioni di persone che hanno visto diminuire le restrizioni sugli spostamenti e che stanno tentando un ritorno alla normalità.

Fonte: AdnKronos; SkyTg 24

Potrebbe interessarti anche