Piazza Duomo: Vincenzo Donatiello non sarà più il maître

Vincenzo Donatiello lascia Piazza Duomo per avviarsi a nuove esperienze, ma l'addio non è definitivo perché la collaborazione con chef Enrico Crippa proseguirà in altre (ad oggi ignote) forme.

Piazza-Duomo-annuncio-lascia-Vincenzo-Donatiello

Come abbiamo scritto su Dissapore in tempi non sospetti, Vincenzo Donatiello di Piazza Duomo è il maître per eccellenza. Dal 2013 l’attuale restaurant manager è diventato un pilastro fondamentale dell’iconico ristorante di Alba, per questo la notizia di oggi che lascerà il suo posto, così di primo acchito, ci ha spiazzati.

Come annunciato in un comunicato, Donatiello infatti sta per avviarsi ad una nuova esperienza professionale. Non si conoscono ad ora maggiori dettagli in merito se non che l’autore del “Dizionario per camerieri” continuerà a collaborare con chef Enrico Crippa e la famiglia Cerretto. Meno male, vien da dire. Almeno non si tratta di un addio definitivo, ma rimane che all’idea di Piazza Duomo senza Donatiello ci dovremo abituare.

Interno-piazza-duomo

La sala di Piazza Duomo

Grandi rivoluzioni dunque nella sala del tristellato di Piazza Risorgimento dove a prendere il suo posto penserà Davide Franco, classe ’86 con importanti esperienze all’estero, affiancato da Jacopo Dosio, giovane sommelier formatosi a Barolo e nelle sale di grandi realtà dal Waterside Inn (Bray) a Villa Crespi a Orta san Giulio. 

A Piazza Duomo Donatiello arrivò il  7 febbraio del 2013 come sommelier per poi diventarne il restaurante manager dal 2015. Lucano di origine, dopo gli studi all’istituto alberghiero di Vieste, Donatiello ha iniziato la sua carriera sulla Riviera Adriatica per poi maturare esperienza nelle sale di templi della ristorazione italiana da La Frasca di Milano Marittima, passando anche per il Pascucci al Porticciolo di Fiumicino fino al Piastrino di Pennabilli.