di Veronica Godano 16 Gennaio 2020
Pietro Migliaccio: il nutrizionista è morto oggi per un malore improvviso

Sembrava impossibile una dieta del gelato e, invece, ne avevamo parlato grazie al suo ideatore, il nutrizionista Pietro Antonio Migliaccio. Il dottore è morto oggi, a 86 anni, per un malore improvviso. A darne notizia online il suo studio medico.

Nato a Catanzaro nel 1934, per oltre 25 anni è stato ricercatore dell’Istituto nazionale della Nutrizione. Si è laureato a Roma presso l’Università La Sapienza in Medicina e Chirurgia. Da anni svolgeva a Roma la professione di Nutrizionista e Dietologo Clinico e attività didattica presso varie Università italiane partecipando a conferenze e seminari. La sua figura poteva annoverarsi in Italia tra i massimi esperti di nutrizione e sostenitori della dieta Mediterranea, contro gli eccessi delle diete estreme.

E’ stato autore di numerose pubblicazioni scientifiche in ambito biochimico e nutrizionale e collaborava con i giornali per la diffusione di temi riguardanti gli alimenti, la nutrizione e la salute. Nominato all’unanimità Presidente della Società Italiana di Scienze dell’Alimentazione (S.I.S.A) il 12 marzo 2010; in qualità di Presidente della S.I.S.A. ha promosso e coordinato tutte le attività scientifiche, educative e di ricerca della Società e attualmente riveste la carica di Presidente Onorario.

“Si è trattato di un evento improvviso – racconta la moglie – è stato impegnato in studio fino al tardo pomeriggio di ieri, poi verso le 19.00 ha accusato un dolore e ci siamo recati in clinica. Poi in ambulanza d’urgenza al Policlinico Umberto I. Non c’ è stato – però – nulla da fare”.

Fonte: Ansa