di Veronica Godano 6 Febbraio 2020
Parmigiano Reggiano

A Reggio Emilia nasce il primo corso per diventare casari del Parmigiano Reggiano. A lanciare la prima edizione è il Consorzio di tutela della Dop che ha istituito un percorso educativo volto a valorizzare un patrimonio fatto non solo di un know-how specifico, ma anche di tradizioni che si tramandano sul territorio di famiglia in famiglia.

Il corso si svolgerà nella sede della società “Dinamica” a Mancasale e a partecipare saranno giovani casari, aiuto casari, garzoni già inseriti nelle attività di caseificio. Durerà 4 mesi, da febbraio a maggio, e prevederà uscite in altri caseifici per consentire ai 18 partecipanti di svolgere esercitazioni pratiche. Sessanta ore di lezioni teoriche serali occorreranno poi per approfondire la conoscenza della materia prima, le lavorazioni in caseificio, il Disciplinare di Produzione, le normative vigenti e altri aspetti di gestione e valorizzazione del prodotto trasformato. Le lezioni e le esercitazioni pratiche saranno tenute dal personale del Consorzio con la collaborazione di casari esperti, docenti esterni e cultori di tematiche specifiche.

“Il casaro, con le sue abili manuali, riesce a mettere in pratica i segreti imparati e tramandati da generazioni. Si tratta di un lavoro duro, fatto di fatica e dedizione che è importante preservare e valorizzare. Siamo felici della buona risposta di adesione a questo primo corso a Reggio Emilia. Nei prossimi anni il Consorzio dedicherà attenzione e risorse specifiche per sostenere tali iniziative in maniera diffusa in tutta la zona di origine della DOP. Assicurare la conservazione delle competenze necessarie ai caseifici è un pilastro imprescindibile per salvaguardare la qualità del formaggio DOP più importante al mondo” ha dichiarato Nicola Bertinelli, presidente del Consorzio.

Fonte: Ansa