di Veronica Godano 26 Gennaio 2020
matteo salvini perperone crusco

Matteo Salvini continua a non essere ben accetto nei ristoranti d’Italia. Dopo quanto accaduto a Casalecchio di Reno (Bologna), dove un bar ha chiuso il locale appena saputo che avrebbe fatto visita, si ripete un caso simile. A Bologna, aveva dato appuntamento ai suoi sostenitori per “prendere un caffè insieme” e parlare delle elezioni che si stanno tenendo oggi in Emilia Romagna. Il gestore del bar aveva detto: “Noi chiudiamo per tutti in campagna elettorale, non voglio prestarmi come cassa di risonanza a nessuna iniziativa politica”. Salvini aveva poi incontrato ugualmente i suoi sostenitori, ma sul marciapiede di fronte, rigorosamente all’esterno del locale.

Il leghista Antonio Maria Rinaldi racconta su Twitter un altro episodio: “Gira in chat un audio in cui un ristoratore declina la prenotazione al pranzo nel suo locale 2 ore prima l’arrivo di Salvini, per le minacce ricevute. Per privacy non lo divulgo, ma spero che i Carabinieri indaghino e individuino i ‘gentiluomini democratici’ autori delle intimidazioni”.

L’annuncio giunge a poche ore di distanza dalla pubblicazione di un video che lo stesso leader della Lega ha condiviso sui social. Nelle riprese un uomo che in macchina si diverte a cantare una melodia volgare contro di lui.

Fonte: Libero