Roma: vendevano ai ristoranti olio EVO contraffatto con clorofilla

Le Forze dell'Ordine hanno scoperto a Roma una maxi truffa di olio EVO contraffatto con clorofilla, che alcune attività commerciali rivendevano ai ristoranti.

olio d'oliva

Si tratta di una (ennesima) maxi truffa ai danni di ristoranti, pizzerie e panifici di Roma: è stata sventata una grande attività commerciale che rivendeva olio EVO contraffatto con clorofilla.

Ottenevano il loro prodotto mediante miscelazione di olio di semi e clorofilla, per poi offrirlo a ristoranti, panifici e pizzerie, spacciandolo come EVO.  Non solo. Oltre a contraffare l’olio, falsificavano anche grandi marchi, mettendo etichette palesemente finte: a smascherare questa frode sono stati i carabinieri del Nas e i finanzieri nell’ambito di una maxi operazione. Le Forze dell’Ordine hanno così scoperto che tre attività commerciali a Roma sud e ai Castelli Romani si contendevano il mercato per vendere il loro olio di oliva (anche extravergine).

Tutto è partito dai Finanzieri del Comando Provinciale di Roma – 3° Nucleo Operativo Metropolitano e Compagnia di Frascati, che hanno posto un decreto di perquisizione nei confronti di tre persone e delle loro attività, per indagare in merito a eventuali frodi in commercio nel settore delle sofisticazioni alimentari. Così è emerso il traffico di olio contraffatto.

Inoltre, durante le operazioni, è stato tratto in arresto uno degli indagati per “furto aggravato di energia elettrica” e posto sotto sequestro il relativo deposito alimenti abusivo, in cui è stata trovata anche della cocaina.

[ Fonte: Romatoday ]

Potrebbe interessarti anche