di Veronica Godano 21 Maggio 2020
Frutta e verdura

Via libera alla Decisione n.1/2020 pubblicata nella Gazzetta ufficiale europea del 20 maggio 2020 e che sancisce l’accordo Ue-Singapore per tutelare 138 prodotti agroalimentari tra DOP e IGP tra cui vini, spiriti e aceti.

La tutela delle DOP e IGP in virtù dell’Accordo di libero scambio tra Unione europea e la Repubblica di Singapore è soggetta a questa procedura. L’accordo prevede una lista di denominazioni per cui è richiesta la protezione, elencate all’allegato 10 – A; il Comitato per il commercio, con propria decisione, trasferisce le denominazioni protette dall’allegato 10-A all’allegato 10-B. Come indicato nel testo della decisione, l’istruttoria da parte delle autorità di Singapore non è stata ancora completata per tutte le denominazioni presenti nell’allegato 10-A. Tuttavia, il Comitato per il commercio con la decisione ha deciso di procedere con la protezione delle prime 138 denominazioni, tra cui figurano Aceto Balsamico tradizionale di Modena, Aceto Balsamico di Modena, Grappa, Chianti, Marsala, Asti, Barbaresco, Barolo, Acqui/Brachetto d’Acqui, Brunello di Montalcino, Vino Nobile di Montepulciano, Bolgheri Sassicaia, Franciacorta, Lambrusco di Sorbara, Lambrusco Grasparossa di Castelvetro, Montepulciano d’Abruzzo, Soave, Sicilia, Toscano/Toscana, Conegliano – Prosecco/Conegliano Valdobbiadene – Prosecco/ Valdobbiadene – Prosecco.

Per l’Italia, rimangono nell’allegato 10-A, alcune denominazioni ancora da proteggere: Bardolino Superiore, Dolcetto d’Alba, Campania, Veneto.