di Veronica Godano 28 Agosto 2020
supermercati

Gli italiani al supermercato scelgono i prodotti “sugar free” e lo dimostra l’aumento del +9,1% per i prodotti con claim “senza zuccheri aggiunti” e di un +7,6% per quelli con “pochi zuccheri”. Le indicazioni di mercato arrivano dall’Osservatorio Immagino di Gs1 Italy, in collaborazione con Nielsen. L’analisi si occupa di confrontare le informazioni evidenziate sulle etichette di 112 mila prodotti di largo consumo venduti nei supermercati e negli ipermercati italiani.

L’indagine, dunque, ha rilevato che i prodotti contenenti in etichetta un’indicazione relativa all’assenza di un ingrediente – componente (18,3% del totale food rilevato), sono 13.153 e realizzano un fatturato di 6,8 miliardi di euro. Tra i claim emergenti, rilevati per la prima volta dall’Osservatorio Immagino, si segnalano invece “senza antibiotici” (+62,0%), “non fritto” (+6,1%) e “senza lievito” (+1,9%), “che hanno – spiega una nota – tassi di crescita interessanti ma che hanno una presenza a scaffale ancora limitata (0,1-0,4% della numerica)”.

Buono l’andamento anche dei claim relativi alla mancanza di componenti nutritivi responsabili di allergie o intolleranze alimentari: sugli scaffali di supermercati e ipermercati italiani l’Osservatorio Immagino ha trovato 9.431 prodotti che si presentano come “senza glutine” o “senza lattosio”, pari al 13,1% dell’offerta alimentare complessiva.