di Veronica Godano 29 Febbraio 2020
supermercato

Cioccolata scaduta nel 2018, cracker dall’estate, pasta e zucchero con date di scadenza relative a mesi fa: è questo il bottino del maxi sequestro dei Nas in un supermercato di Ischia. I Carabinieri della compagnia hanno sequestrato 480 confezioni di alimenti scaduti di vario genere ancora in vendita, sebbene la data di scadenza fosse ormai superata da mesi.

I militari, guidati dal capitano Angelo Pio Mitrione, hanno verificato 3 supermercati sul territorio isolano, per verificare il rispetto delle normative vigenti sulla tracciabilità e conservazione degli alimenti. Due esercizi sono risultati in regola mentre in un terzo sono stati trovati diversi alimenti scaduti tra cui confezioni di cioccolata non più vendibili da novembre 2018.Al titolare dell’esercizio commerciale, un 28enne del posto, è stata comminata una sanzione di 4000 euro.

Purtroppo non è la prima volta a Ischia. Nel mese di settembre 2019 ci fu un maxi sequestro negli hotel a causa di mozzarella e ricotta contaminate. Un autotrasportatore residente a Forio, sull’Isola, un 57enne incensurato, fu bloccato e nel camion furono trovati venticinque chili di mozzarella, ricotta e provola di bufala in una macchina non refrigerata e molti prodotti privi di etichettatura (su alcuni era incompleta) in grado di rivelare la provenienza.

Fonte: Il Mattino