di Veronica Godano 14 Marzo 2020
supermercato

Il cibo c’è, il rifornimento è garantito costantemente, quello che manca sono le mascherine nei supermercati di Napoli, dove da ieri è scattato l’allarme dei titolari. Mancano tali dispositivi di protezione per i dipendenti, ragion per cui qualche esercizio potrebbe chiudere, al fine di garantire la tutela sul posto di lavoro degli addetti.

In queste ore, però, il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, ha firmato insieme ai sindacati un protocollo di sicurezza per i lavoratori.  “L’accordo che questa mattina abbiamo sottoscritto consentirà alle imprese di tutti i settori, attraverso il ricorso agli ammortizzatori sociali e la riduzione o sospensione dell’attività lavorativa, la messa in sicurezza dei luoghi di lavoro”, dichiarano Cgil, Cisl e Uil.

“Per il bene del Paese, per la tutela della salute di lavoratrici e lavoratori. L’Italia non si ferma”, ha twittato Giuseppe Conte . “La firma arriva al termine di un lungo confronto – in teleconferenza – tra parti sociali, rappresentanti del mondo produttivo ed Esecutivo”.

Nell’accordo “è stato previsto il coinvolgimento dei lavoratori e delle loro rappresentanze a livello aziendale o territoriale per garantire una piena ed effettiva tutela della loro salute. Per questo è importante che in tutti i luoghi di lavoro si chieda una piena effettività dell’intesa che è stata raggiunta”, commentano i sindacati.

Fonte: La Repubblica, Il Mattino