di Elisa Erriu 25 Novembre 2020
supermercati-spesa-tacchi-detto-fatto-rai

Donne di tutta Italia, non preoccupatevi, adesso potrete anche voi andare al supermercato ed essere sicure di accaparrarvi qualche spasimante, insieme all’offerta delle mozzarelle al 3×2 che tanto bramavate. Ci pensa il tutorial di Detto Fatto a illustrarvi come fare la spesa con i tacchi, con tanto di mosse giuste nel caso vi dovesse cadere qualcosa.

Il tutorial è ovviamente scherzoso e del tutto ironico, tono tipico del programma di Rai 2 condotto dal 2018 da Bianca Guaccero. Eppure il pubblico social si è già scatenato con una serie di commenti negativi che lasciano ben intendere quanto non abbia gradito il tutorial, per lo più (come hanno commentato alcuni) “con tanto di musichetta da soft porn, in un momento del genere, con i problemi giganti di violenza sulle donne e di mancanza generale di rispetto che si accentuano”, visto che è stata mandata in onda ieri, il giorno prima della Giornata contro la violenza sulle donne.

Protagonista del tutorial è la pole dancer Emily Angelillo, che dopo aver elencato i pro e i contro delle scarpe coi tacchi, con un linguaggio tecnico ne esalta il potenziale, in grado di far sprigionare “autostima e femminilità” anche al supermercato.

Arrivati a questo punto, Emily impugna il carrello e inizia a camminare in modo felino predatore “per le corsie che diventano il mio palcoscenico”, dirigendosi verso lo scaffale, per poi spiegare che per prendere un prodotto troppo in alto bisogna considerare una procedura posturale del tutto specifica, sull’avanpiede e inarcando la schiena e, mi raccomando, non “inerpicandosi in maniera goffa”. Se si vuole poi dare un tocco un pochino più intrigante alla situazione, “posso alzare un pochino il ginocchio“, in una posa che ricorda molto le pin-up. Degli  anni ’50.

Il tutorial mostrerebbe anche come comportarsi se dovessimo raccogliere un prodotto che ci è caduto a terra: semplicemente inginocchiandosi e raccogliendo l’oggetto con un movimento elegante del braccio. Viene chiaramente specificato di non aprire le gambe.

Alla fine viene anche proposto uno stacchetto, che lascia supporre alle spettatrici più accorte come probabilmente reagire per richiedere di passare avanti in coda alle casse