di Elisa Erriu 26 Settembre 2020
Tè Pitch Black North azienda crea miscele valori satanici

L’ora del si è fatta più scura. In Canada esiste Pitch Black North, un’azienda che crea miscele per tisane e tè che ha una particolarità davvero diabolica: si fonda sui valori satanici.

Quando si pensa al tè, siamo soliti pensare a un prodotto acquistato da signore anziane gentili, guru del benessere e buongustai benestanti che lo sostituiscono al caffè). Pochi invece sanno che è la seconda bevanda più popolare al mondo (dopo l’acqua) ed è per questo che il tè non ha carenza di devoti. Tra questi, anche i devoti a Satana.

Dominic Alvernaz vuole cambiare la percezione occidentale del tè. Infatti la sua piccola azienda elabora miscele con foglie sfuse, proveniente da fonti sostenibili, ed è stata fondata in linea con i “valori satanici”, con aggiunta di abbondanti dosi di black metal scandinavo. Il tè proviene dal grossista del signor Alvernaz, Sarjesa, che si occupa dell’approvvigionamento e dell’imballaggio. Ha collaborato con l’azienda per creare due miscele, una miscela English Breakfast forte e maltata e una deliziosa miscela di mirtilli vanigliati, entrambe composte da un mix di tè neri del Kenya, dell’India e dello Sri Lanka.

Le sue miscele oltre a essere solidali, sono anche biodinamiche e hanno nomi come Il sonno di Satana e la gola di Lucifero. Alcune miscele in edizione limitata sono state realizzate in collaborazione con la band metal punk di Cleveland, Midnight, e la band black metal gotica britannica Cradle of Filth.

Sto cercando di convincere le persone a interessarsi al tè, anche se normalmente non sarebbero interessate, perché hanno queste preconcetti che si tratti di una bevanda per le cerimonie, gli hotel costosi e cose del genere“, ha detto Alvernaz, 29 anni, che vive in Canada e ha lavorato come musicista e supervisore di cucina.

Il suo canale Instagram di Pitch Black North è un pot-pourri sfrenato di scatti con “vibrazioni vaghe e sexy da vampiro“, come definito da lui stesso, in cui spiccano foto in cui è cosparso di “sangue” (latte di barbabietola) e chiari riferimenti alle pratiche sessuali del sadomasochismo.

Ma Pitch Black North non è l’unica azienda di tè che ha votato la sua anima al diavolo (letteralmente), scrollandosi l’etichetta vittoriana della sala da tè e abbracciando la musica e l’estetica black metal. Brutaliteas, un’azienda a tema horror nel New Jersey, usa giochi di parole per nominare le sue miscele di tè, tra cui “Chai Put a Spell on You” e “Apricot for Destruction“, mentre Craft Tea Guy, incentrato sul vinile, a Philadelphia, ha recentemente creato una speciale miscela Haunted Breakfast per la musicista indie Sadie Dupuis.

E voi prendereste una tazza di tè col Diavolo?

 

[ Fonte: The New York Times ]