di Veronica Godano 4 Giugno 2020
aperitivo

Tutto il mondo è paese. Basti pensare alle boiate di Jole Santelli – “In Calabria l’unico rischio è quello d’ingrassare” – e, contestualmente, all’estremo Nord, precisamente alla Valsugana (valle del Trentino sud-Orientale), dove “Visit Valsugana” ha lanciato uno spot per sottolineare le bellezze del luogo, la natura incontaminata e tutto quello che una realtà non urbana può offrire a discapito, però, di Milano. Questo campanilismo nordico non ha saputo fare altro che mettere in scena una serie di luoghi comuni sulla vita nelle metropoli utilizzando paragoni in senso negativo. Va bene, è arcinoto il fatto che la qualità della vita non sia eccelsa, ma era necessario far pronunciare alla voce narrante “tenetevi l’aperitivo. Tenetevi il miniappartamento in centro, tenetevi il traffico, il cibo d’asporto, le metropolitane, la Smart”? E come se non bastasse “tenetevi la settimana della moda, i palazzi, il 5G, gli assembramenti, il distanziamento, i Drive-in, la cyclette, i tutorial, insomma: tenetevi tutto o tenete a voi stessi”.

Il video è diventato un vero e proprio caso, tant’è che lo spot è sparito dal canale di Youtube di Visit Valsugana. Dopo la bufera si è scusato Stefano Ravelli, direttore dell’Apt Valsugana: “Mi scuso con tutti quelli che si sono sentiti offesi. Il messaggio del nostro spot voleva essere completamente un altro. Il nostro intento era semplicemente quello di mettere in risalto i valori che la nostra destinazione offre: la bellezza della natura, le attività all’aria aperta, il lago di Caldonazzo e le Terme di Levico”.

E aggiunge: “La campagna pubblicitaria è declinata in quattro video diversi, che verranno lanciati nelle prossime settimane”.

[Fonte: AltoAdige.it]