Verona, chiuso ristorante: preparava gli involtini primavera coi piedi

Un ristorante cinese in provincia di Verona preparava veramente il cibo coi piedi: un cliente ha scoperto che in cucina trituravano gli ingredienti degli involtini primavera con le scarpe.

verona-ristorante-involtini-piedi

Quando dici “una cosa fatta coi piedi”, non vorresti mai che ti prendessero alla lettera, soprattutto quando si parla di mangiare: un ristorante in provincia di Verona, però, è finito nei guai perché le Forze dell’Ordine hanno scoperto che per davvero preparavano gli involtini primavera coi piedi.

Si tratta di un ristorante cinese di Caldiero: un cliente li ha sorpresi mentre in cucina “tritavano” gli ingredienti con cui avrebbero riempito gli involtini primavera. Ha denunciato il fatto alle Fiamme Gialle di Soave che, insieme al nucleo antisofisticazioni di Padova e ai funzionari dell’Ulss9, hanno aperto l’indagine sul locale.

L’intervento ha permesso di confermare la (disgustosa) scoperta: oltre ai cavoli “pigiati” e pronti per gli involtini “primavera”, sono stati però riscontrate altre inosservanze igienico-sanitarie. Sono stati rinvenuti infatti alimenti scaduti e avariati e sono state accertate condizioni igieniche precarie della cucina.

I finanzieri di Soave hanno poi identificato tre lavoratori di nazionalità cinese, di cui uno impiegato “in nero”.

Immediata la sospensione dell’attività di ristorazione: le Forze dell’Ordine hanno applicato a carico dell’esercente del ristorante pesanti sanzioni e una conseguente segnalazione alla competente Direzione Provinciale del Lavoro per l’applicazione di ulteriori sanzioni accessorie.

Non si sa se e quando potrà riaprire il ristorante.

[Fonte: l’Arena]

 

Potrebbe interessarti anche