di Veronica Godano 29 Novembre 2019

Amazon continua a imporsi a macchia d’olio, istituendo nuove regole commerciali. Questa volta lo fa in campo enologico sbarcando nel mercato delle private label, le c.d. marche del distributore. Questi vini hanno registrato un giro d’affari di 156 milioni di euro e nel mercato coprono una quota del 14%. Cinque le etichette targate Amazon – Compass Road in confezioni da 6 bottiglie da 75 cl destinate alla vendita.

L’offerta della piattaforma include alcuni dei vini più apprezzati al mondo: i francesi Merlot, Chardonnay e Grenache, il Riesling tedesco e anche un vino nostrano, il Pinot Grigio Garda Doc. A dare la notizia, il sito specializzato Winenews, a cui Amazon ha detto: “Amazon da anni ha lanciato la propria sezione vino come spazio a disposizione di cantine e player dell’e-commerce enologico, ma ora compie un deciso passo in avanti lanciando i propri vini a private label”.

In realtà non si tratta di una novità assoluta, perché nel 2017 l’Internet company di Seattle aveva già promosso “Next” in collaborazione con la cantina Usa King Estate dell’Oregon. La liquidità poi per investire in vigne e cantine, non sembra essere un problema, visto che l’azienda fattura oltre 230 miliardi di dollari e il suo fondatore possiede un patrimonio personale stimato in 109 miliardi di dollari. Per il futuro Amazon ha annunciato che si occuperà di distribuire superalcolici sul mercato inglese e tedesco.

Fonte: Wine news

commenti (0)

Accedi / Registrati e lascia un commento