di Elisa Erriu 13 Aprile 2021
vino-chianti-russia-influencer

In realtà, per essere precisi, 8 influencer donne e 2 influencer uomini: ma largo al bon-ton, il vino è sempre più “donna” e il Consorzio Vino Chianti probabilmente è per questo che ha deciso di promuoversi in Russia con vere professioniste (e professionisti) del marketing di oggi.

È stato semplice superare la “selezione” per diventare portavoce del Chianti in Russia: bastava avere circa 100mila followers. Così il Consorzio Vino Chianti ha scelto i “suoi” influencer per far parlare di sé lì dove ancora è difficile arrivare a causa dalla pandemia. D’altronde, se gli eventi sono ancora bloccati, ci si deve adattare. Per volare fino in Russia, il Consorzio ha scelto 10 influencer, seguiti da 1,3 milioni di persone in totale. Ognuno di questi influencer ha la capacità di raggiungere con post e stories 3 milioni di persone. Una strategia promozionale potenzialmente niente male.

Abbiamo deciso di percorrere una strada nuova che ben si allinea con le novità che questa pandemia ha, nostro malgrado, introdotto – spiega il presidente del Consorzio Vino Chianti, Giovanni Busi – È cambiato profondamente il modo di comunicare e di rapportarsi con i consumatori, ci sono nuovi target e modalità di consumo. È anche richiesta un’estrema flessibilità e diversificazione delle strategie e il Consorzio ha colto questa sfida con un progetto nuovo e stimolante, coinvolgendo influencer che abbracciano ogni segmento del nostro mercato”.

Le persone sono state selezionate attraverso strumenti di influencer marketing professionali e l’analisi di diversi elementi, soprattutto qualitativi, a partire dalle caratteristiche della fanbase: i follower designati sono soprattutto russi e interessati, per passione o lavoro, al settore food, ma anche alla moda, lifestyle, design, cinema. Ciò è stato importante per la scelta in quanto il Consorzio ricercava non soltanto una certa credibilità, ma anche un’esperienza sulla qualità creativa dei contenuti allineata al brand, in modo tale da produrre post e contenuti davvero centrati.

Anche per questo agli influencer selezionati è stata inviata una box con i vini da degustare, insieme ad altro materiale per creare contenuti social. “Una mediazione – spiega Busi – di maggiore impatto della pubblicità tradizionale, che riesce a ridurre la distanza tra brand e consumatore finale. Questo connettore, soprattutto in un mercato nuovo, aiuta e favorisce il posizionamento del brand. E’ importante anche per sedimentare la reputazione del Chianti sul web, creando quella base di informazioni on line poi disponibile a tutti”.

Siete curiosi di sapere chi sono gli influencer scelti? Eccoli: @Andrrresky; @vovaily; @drinkingwithdasha; @zpzlata; @mariguryeva_; @tastywithme; @kate.katkova; @merteuil_iness; @lenagudilina; @irina.fedoseenko.

[ Fonte: IlSole24Ore ]