di Veronica Godano 22 Novembre 2019

A Milano si beve di più. Nel capoluogo meneghino si acquista più vino rispetto ad altre città italiane, nello specifico il 2,5% della spesa totale annuale. A rilevarlo è l’indagine del marketplace Supermercato24, che ha registrato una vendita in tutto lo Stivale di 850mila litri di vino, con un aumento del 25% rispetto allo scorso anno e un’incidenza sulla categoria di bevande pari al 17%.

Nella classifica stilata per città, Roma si piazza al secondo posto (2%), terza è Torino (1,8%). Il report economico economico, inoltre, mostra che in altre province italiane, a minore densità di popolazione, l’incidenza dell’acquisto di vino è stata maggiore rispetto alla spesa totale: Vicenza è in testa (3,22%), seguita da Varese (3,18%) e Como (2,7%).

Per quanto riguarda la scelta, tra i bianchi il favorito è il Pinot Chardonnay, seguito dal vino da tavola e dal Vermentino sardo, mentre tra i rossi troneggia il Chianti, seguito dallo Shiraz laziale e dal Barbera d’Alba.

Cambia, inoltre, la provenienza dei vini nel carrello degli italiani rispetto al 2018: la graduatoria di quest’anno vede primi i vini di provenienza veneta, stabili al secondo posto quelli della Franciacorta, mentre i toscani scendono in terza posizione, seguiti subito dopo da quelli laziali.

Fonte: Ansa