di Elisa Erriu 17 Maggio 2021
diesel-renzo-rosso-vino-genderless

Un po’ di Pinot nero, un po’ di Merlot e pure un po’ di Cabernet sauvignon: direte voi che è un assemblaggio normalotto, ma c’è la notizia. Così si combatte l’omofobia, almeno nelle intenzioni di Renzo Rosso (il celebre imprenditore di Diesel), che lancia il suo vino “no gender”, senza genere ma con la firma: RRosé.

Rosato Veneto Igt prodotto in duemila bottiglie, biologico (che ve lo diciamo a fare) con affinamento sia in acciaio che in barrique, lanciato mica per caso durante la Giornata internazionale contro l’omofobia, la bifobia e la transfobia che ricorre oggi, 17 maggio. RRosé, che sarà prodotto nella Diesel Farm (azienda vinicola di Marostica, in provincia di Vincenza), vorrebbe osare essere “la consapevolezza della libertà”.

“Un’idea” che, come commenta lo stesso Renzo Rosso, “prende vita dalla volontà di sentirsi liberi dai limiti che ci poniamo ogni giorno. Non esistono sesso, cultura, religione. Non esiste la diversità. La chiave segreta della libertà è essere sé stessi”

“La chiave segreta della libertà è essere sé stessi”, ha detto Renzo Rosso. Per questo il suo nuovo vino è “no gender”: non è bianco o nero, non ha un gusto “morbido” o uno più “forte”, rappresenta un punto d’incontro alla portata di tutti, pensato soltanto per essere gustato, senza alcuna discriminazione.

[ Fonte: Milanofinanza ]