di Veronica Godano 19 Ottobre 2019
formaggi

Al World Cheese Awards 2019 lo statunitense Rogue River Blu vince il primo posto come formaggio più buono del mondo. La competizione giunge per la prima volta in Italia ed è entrata a far parte del programma di Forme 2019: l’evento dedicato all’industria casearia che si tiene fino a domenica 19 ottobre a Bergamo.

Il latticino che è salito sul gradino più alto del podio è un erborinato americano della Rogue Cremaery in Oregon. Per produrlo si usa latte di mucca biologico, mentre la stagionatura (9 – 11 mesi) avviene in grotta, prima che il formaggio sia avvolto in foglie di vite Syrah imbevute di pera e brandy.

La giuria ha dovuto, così, testare la consistenza di una pasta umida e ricca, con venature blu omogenee e un gusto dolce con note di pepe, pancetta, vaniglia, pera e nocciola. Lo scontro finale è stato tra il Rogue River Blu e il Parmigiano Reggiano stagionato 24 mesi della Latteria Sociale Santo Stefano di Basilicagoiano (provincia di Parma).

Il debutto in casa dei World Cheese Awards è da guiness dei primati: +10% dei formaggi presenti rispetto all’anno precedente, quarantadue Paesi da 6 continenti in gara, ottocentoquarantacinque candidati italiani (il doppio rispetto al 2018), una giuria con duecentosessanta esperti provenienti da tutto il mondo. I formaggi in gara, ora, si possono degustare presso la Fiera nel padiglione dedicato alla manifestazione internazionale.