Novità a Firenze: i ristoranti di pesce buoni e convenienti

Andare a bischero sciolto, ovvero comportarsi da sconsiderati ed esserne pure contenti. I lettori fiorentini poco informati sul recente fermento cittadino potrebbero commentare così la capricciosa voglia di pesce fresco nella città della bistecca e del lampredotto.

Sarebbe un errore. La scena dei ristoranti di pesce a Firenze è stata finalmente svecchiata da diverse nuove aperture, quasi sempre a basso costo, che meritano di essere segnalate. Ai fiorentini, e a chi vuole aggirare gli inganni di una città turistica, sempre dietro l’angolo.

Troverete profumi di mare e luoghi contemporanei, ingredienti scelti e cucina semplice, locali a volte affollati ma sempre con un sorprendente rapporto qualità/prezzo.

Segnatevi nomi e indirizzi e non fateci mancare le vostre segnalazioni se ne avete di interessanti.

Fishing Lab

Via del Proconsolo 16R

Fishing lab, firenze

Dal 5 maggio, giorno dell’inaugurazione, nel locale che ha preso il posto del noto ristorante Alle Murate il tutto esaurito è una consuetudine.

Street food di mare, degustazioni di crudo, piatti tradizionali e cotture nel forno a legna incrociano l’esigenza dei fiorentini di mangiare pesce a costi accessibili, in un ambiente informale (benché abbastanza frenetico) nonostante il ciclo di affreschi trecenteschi che ne decora le volte.

Chi ama il crudo può comporre il piatto secondo preferenza grazie a una ricca vetrina di pesce fresco, altrimenti sono da provare i nugget di scorfano o il polpo con ripieno di pecorino, serviti entrambi con le patatine fritte d’ordinanza. Il fritto misto è gustoso e abbondante.

Prezzi accessibili specie a pranzo: le mezze porzioni permettono di assaggiare piatti diversi contenendo la spesa, come pure la selezione ampia di vini al bicchiere, che parte da due euro, ideale per concedersi un aperitivo a base di pesce.

Sweet Vini e Pescato

Via di Ripoli 8/10 r

sweet vino e pescato

Con un cambio di rotta l’11 maggio lo Sweet wine bar si è rilanciato. Oggi nei locali dell’aperitivo più frequentato di Firenze sud c’è un ristorante di pesce di ispirazione mediterranea, come da definizione dei proprietari Alioscia e Stefano.

Vi accoglie un’atmosfera minimal appena interrotta da qualche dettaglio di mare, come le maioliche blu di Vietri che decorano i tavoli. Ma a prendersi la scena nella sala è la vetrina del pesce: crudi e tapas sono sempre a disposizione, potete comunque scegliere tra carpacci, tartare, frutti di mare o arancini al nero di seppia, crostini con ragù di mare, crocchette di gamberi e insalate di polpo e calamari.

Le altre voci del ricco menu sono sospese tra tradizione marinara (spaghetti tonno fresco e pomodorini o garganelli seppie e carciofi) e portate più estrose (timballo di spada con caponatina). Pochi vini, suddivisi tra bianchi e bollicine con etichette a rotazione, sempre disponibili al bicchiere.

Il conto per una cena completa si aggira intorno ai 35/40 euro, si spende molto meno optando per la formula con assaggi di tapas dal banco – 2/8 euro l’uno.

Amerini – pesce fritto & bollicine

Via Aretina 188R

Amerini, Firenze

Una storia di ristorazione che inizia negli anni Ottanta con un caffè in via della Vigna Nuova, attraversa le botteghe del vino sfuso per approdare nel 2016 a un ristorante con il pesce al centro del menu, insieme a una scelta ampia e curata di vini al bicchiere.

In via Aretina, distante dalle vetrine del centro storico e dai locali di moda, Amerini vi accoglie con i suoi interni familiari: cucina a vista, tavoli di legno, tovagliette di carta gialla e bollicine in fila sugli scaffali.

Ampio e generoso il menu con due elementi dominanti: i crudi di pesce, che lo chef Antonio varia ogni giorno in base alla disponibilità dei prodotti, e le ricette della tradizione, protagonista assoluto il mitico fritto misto di Amerini, leggero e croccante.

Per antipasto e fritto misto non si spendono più di 30 euro.

Burro e Acciughe

Via dell’Orto, 35

burro e acciughe, firenze

Il nome del nuovo locale con menù monotematico (pesce, che altro sennò) aperto da aprile 2016 Oltrarno deriva da una delle tipiche merende toscane. Il colpo d’occhio offerto dal bancone all’ingresso è notevole grazie agli antipasti di mare e all’angolo del crudo, mentre in cucina sono protagoniste le acciughe, a partire dall’antipasto, l’inevitabile pane burro e acciughe.

Menu contenuto con portate semplici cambiate ogni giorno: dagli spaghetti al ragù di pesce o con acciughe e pangrattato alla ricciola cotta sulla griglia o l’immancabile fritto misto.

Tra gli argomenti convincenti del ristorante, anche in questo caso, ci sono i prezzi, la spesa difficilmente supera i 30 euro.

Vivo

Largo Pietro Annigoni, 9

ristorante vivo, firenze

Promesse allettanti (cit.) del locale appena aperto: pesce dell’Argentario a due passi dal mercato di Sant’Ambrogio garantito dalla famiglia Manno, da quattro generazioni nel mondo ittico, proprietaria di un ristorante di pesce a Capalbio.

Ma siate pazienti, per ordinare la vostra cena impiegherete più del dovuto, a un mese dall’apertura il servizio è ancora in rodaggio.

L’ambiente, con i suoi 100 coperti, risulta rumoroso e poco adatto a un tête-à-tête, tuttavia i prezzi moderati giustificano la filosofia dei grandi numeri: a qualcosa bisogna pur rinunciare.

Niente da obiettare su freschezza e varietà del pesce a partire dai crudi: tartufi di mare, cannolicchi, vongole, gamberi rosa dell’Argentario, ancora amandas, clams, buolote provenienti dalle pescherie d’Oltralpe, e per gli amanti la “carta delle ostriche”, tutto ordinabile al pezzo.

Menu con preparazioni semplici e tradizionali preparate seguendo l’andamento del mercato del pesce. Alla fine per una cena completa non si superano i 30 euro.

Lo spuntino di pesce

via S.Agostino 36R

lo spuntino di pesce, firenze

Il locale di via Sant’Agostino, piccolo e in apparenza senza pretese, riserva sorprese piacevoli a chi cerca un pasto veloce dalle parti di Santo Spirito.

La formula è semplice: si può optare per il pesce in mostra sul bancone vicino all’ingresso, che verrà preparato al momento secondo la cottura preferita, oppure per la lavagna con le proposte del giorno, decise dall’ispirazione dello chef.

Seduti a uno dei piccoli tavoli (fin troppo) si attende che il piatto venga preparato, magari scegliendo un bicchiere di vino tra le poche bottiglie disponibili.

Prezzi molto contenuti: per un primo e un secondo di pesce spendete 20 euro, il coperto non si paga.

La Fiaschetteria di pesce

Piazza Taddeo Gaddi, 5

fiaschetteria di pesce, firenze

Una pescheria, di quelle appartenenti alla realtà fiorentina, con le mattonelle a muro e il bancone del pesce, decide di cambiare e sperimentare la formula in arrivo dal nord: dar da mangiare a ore pasti.

La bottega diventa “Fiaschetteria” e tra pranzi, aperitivi e cene si afferma a Firenze come destinazione per gli amanti del pesce, malgrado la zona dall’appeal modesto. Siamo in piazza Gaddi, proprio di fronte al trafficato Ponte alla Vittoria.

Pochi posti a sedere, sgabelli e mensole al posto di sedie e tavoli, apparecchiatura minima. I piatti si scelgono dal bancone del pesce, gli chef nel retrobottega li preparano al momento. Spiccano i crudi e il pescato del giorno

Gli antipasti e un paio di primi piatti cucinati espressi completano il menu, anche i vini –soprattutto bianchi e bollicine serviti al bicchiere– sono in bella mostra come usa dai vinai di Firenze. Servizio rapido e super informale.

Capitolo spesa: i crostini di pesce costano un euro l’uno, i primi spaziano tra i 10 e 12 euro, per il resto dipende da qualità e quantità del pesce che ordinate.

San Martino

Via Chiantigiana per Strada 6/A

san martino, firenze

Sulla via Chiantigiana in direzione Impruneta per chi viene da Firenze, in un casolare immerso nel verde dove vi aspettate salumi e carni alla brace, si trova il ristorante San Martino, noto in città per i piatti di pasta generosi: 180 grammi garantiti da Spartaco, il proprietario, e dalla chef Antonella.

Il pesce fresco e le porzioni abbondanti rappresentano il marchio di fabbrica della casa, un altro esempio sono i piatti Jack: sarebbero per due persone ma in realtà ne sfamano 4. Provate le linguine ai crostacei con granchio, scampi e gamberi o lo spaghetto Caraibi con frutti di mare ½ astice.

Sono possibili anche cene con menu degustazione composto da Spartaco, a partire da 20 euro.

Atmosfera cordiale e servizio sorridente.

Elisa Cappelletti

3 Luglio 2016

commenti (1)

Accedi / Registrati e lascia un commento

  1. MAurizio ha detto:

    Ma vista la “questione” Mc Donald è pesce pescato nell’Arno ? 🙂

«