Dove comprare il pandoro a Roma: 10 indirizzi a otto punte per Natale

Dove comprare il pandoro a Roma: 10 indirizzi tra forni e pasticcerie per portare a casa il grande lievitato a 8 punte delle feste.

Pandoro Grué

Da grande outsider a ri-scoperta del Natale, soprattutto se artigianale, non è vero che il pandoro piace solo ai bambini. Si parla molto più spesso del panettone che del pandoro, ma in realtà anche quest’ultimo è un lievitato sfidante e difficile da realizzare come il primo, proprio come vi avevamo raccontato qui. Per questa ragione abbiamo raccolto in una lista della spesa natalizia, gli indirizzi dove potete comprare e assaggiare il pandoro “della casa”, a Roma immergendovi nel tradizionale dolce a 8 punte e nella sua neve di zucchero a velo.

Se invece volete scoprire la classifica di Dissapore dei migliori pandori d’Italia, allora vi indico un’altra via.

Grué

Pandoro Grué

Alberto Blasetti / www.albertoblasetti.com

Una ricetta perfezionata per questo Natale, di cui è artefice il pasticciere Felice Venanzi. Il risultato offre una percezione minore di grasso al palato che trova la giusta quadra tra l’emulsione burro e la quantità di vaniglia senza esasperare la dolcezza. Il pandoro di Grué costa 38 euro ed è reperibile direttamente in pasticceria.

Casa Manfredi

Pandoro Casa Manfredi

CoffeeAndLucas_RomediaStudio

Chissà se il pandoro di Casa Manfredi sarà apprezzato almeno quanto il suo panettone, rientrato anche nella nostra classifica dei 30 migliori panettoni artigianali italiani. La versione di Giorgia Proia è quella classica, nella pezzatura da 800 grammi. Costa 35 euro e per acquistarlo è necessaria la prenotazione.

Panificio Marè Prati

Panificio Marè Prati

Nel panificio di Daniele Marè e della sua famiglia la ricetta del pandoro è in circolo già da una decina d’anni. Non viene usato il classico stampo alto, ma uno basso e svasato che aiuta la cottura in forno. Un prodotto semplice nel suo gusto che si discosta totalmente dal classico sapore pesante del pandoro industriale. È un lievitato che ha un sapore gentile di burro e vaniglia e una lavorazione a 3 impasti. Pesa 1 kg e viene venduto al prezzo di 30 euro.

Antico Forno Roscioli

Pandoro Antico Forno Roscioli

Il Pandoro di Roscioli è disponibile nel formato da 100 gr, 1/2 kg o da 1 kg. Nella preparazione viene impiegato lievito naturale, che viene mantenuto attivo 365 giorni l’anno, pasta aromatica con miele all’arancia Thun, vaniglia di Thaiti e burro francese.  Anche il colore finale fornisce indicazioni sull’artigianalità del prodotto, infatti dal forno Roscioli esce un pandoro dalla crosta ambrata. Il consiglio è quello di consumarlo entro 15 giorni dalla produzione.

Forno Conti

Forno Conti Pandoro

Da questa neo-apertura nel quartiere Esquilino arriva la ricetta del pandoro (avevamo già segnalato quella del panettone). Il pandoro viene preparato con pasta madre, farina italiana del Molino Quaglia, burro, vaniglia e uova da allevamenti italiani. Ideale da consumare entro 45 giorni dal giorno di preparazione. Costa 30 euro.

Con.Tro Contemporary Bistrot

Con.tro pandoro

Presente per la prima volta nella linea di Con.Tro, è il pandoro del pasticciere Andrea Fiori che ha studiato una ricetta che prevede una lenta lievitazione di almeno 48, note burrose e vanigliate, la morbidezza dell’impasto che fila allo strappo. Costa 33 euro.

Panificio Nazzareno

Panificio Nazzareno Pandoro

Il pandoro di Panificio Nazzareno si presenta in unico formato da 750 gr per un costo di 24 euro al pezzo. Viene proposto solamente nella seconda metà del mese perché così sarà gustato sulle tavole nella sua condizione migliore, dato che è un dolce che reagisce diversamente dal panettone e va gestito in modo differente. Il pandoro segue la ricetta originale ed è privo di mono e digliceridi degli acidi grassi.

Lievito, Pizza, Pane

Lievito Pizza Pane Pandoro

Alberto Blasetti

Farina tipo 1, uovo, zucchero, burro di malga, bacche di vaniglia sono gli ingredienti che compongono il pandoro di Francesco Arnesano. L’obiettivo è quello di realizzare un prodotto che sia soffice grazie alla lievitazione 100% naturale e ad un lungo processo produttivo che prevede 3 impasti. Il risultato è un dolce molto ricco, ma estremamente digeribile che non prevede conservanti, semilavorati, aromi e grassi vegetali.

Nero Vaniglia

Pandoro Nero Vaniglia

Giorgia Grillo nella sua pasticceria propone un pandoro classico di scuola veronese, con 3 impasti, che danno al prodotto finale la sua digeribilità e la caratteristica alveolatura fitta e minuta. Per quanto riguarda gli aromi, c’è una piccola concessione oltre alla vaniglia, ovvero una punta di fava tonka nell’impasto, oltre a arancio e limone, germe di grano, per un sapore più rustico e burro di cacao bio da spremitura.

Pasticceria Dolcemascolo

Pandoro Dolcemascolo

Andiamo fino a Frosinone per assaggiare il Pandoro Dolcemascolo che si caratterizza durante la lavorazione dell’impasto per un gusto più intenso di burro e vaniglia. Viene realizzato con vaniglia naturale, burro di centrifuga e uova provenienti da allevamenti certificati. Un prodotto estremamente delicato che conta 25 giorni di scadenza per la mancanza di additivi o conservanti nell’impasto. Costa 32 euro al pezzo, per un peso complessivo di 950 grammi.