per facoltosi

Guida all’acquisto di 10 costosissime uova di Pasqua alternative al fai da te

Non ci sono più i soldi di una volta? Ennoi, in ossequio al do-it-yourself culinario, vi abbiamo spiegato come fare da soli l’uovo di cioccolato per la Pasqua imminente. Ci avete applaudito a spellamani, ma 1) non avete tempo, 2) non avete voglia, 3) non avete manualità, 4) avete nonsisacome un esubero di denaro. Dove paracadutarvi? Voglio dire, esistono costosizzimi artigiani cioccolatieri che a Pasqua mostrano gli attributi? Certo, e Dissapore ne mette in fila 10. Manca qualcuno? Manifestatevi nei commenti.

1 - Guido Gobino. Moderno, al passo con i tempi, in una città, Torino, i cui cioccolatieri spesso dimenticano di esserlo. Tra i primi a introdurre le monovarietà e un packaging molto sexy, nei magici laboratori prepara uova che i cioco-adepti paragonano per inarrivabile bontà ai suoi gianduiotti. Costo: ??? Dove. Torino: Via Lagrange 1, tel. 011 5660707. Milano: Corso Garibaldi 39, tel. 02 89096601. Immagine: Flickr/Nerciss.

2 - Roberto Catinari. E’ il fondatore della “Chocolate Valley” toscana, l’area compresa tra Pisa, Pistoia e Prato che ha originato la nuova onda del cioccolato italiano (De Bondt, Slitti, Pistocchi, Amedei). Per i gastrofanatici è un po’ come il santone indiano Yogi per i Beatles, e le sue uova di Pasqua decorate a mano sono oggetto di devozione. Costo: ??? Dove: Agliana, Pistoia: Via Provinciale 375, tel. 0574 718574. Firenze: Via Porta Rossa angolo Via Tornabuoni, tel. 055 217136. Immagine: New York Times.

3 - La Molina. Poi, quando finite di svenire, ditemelo. Capita sempre con il packaging di La Molina, il nome nuovo della cioccolateria toscana. Si sono inventati il “Cestello”, un secchiello con l’occorrente per i pasti principali (“Colazione”, “Pranzo”, “Cena”) ma in versione mini e a base di cioccolato. Fanno due versioni di uova al cioccolato fondente con il 70% di cacao. Quella base, e la pazzesca variante al caffè. Costo: ??? Dove: Quarrata, Pistoia, Via S.Paolo 41, tel. 0573 774379. Immagine: Flickr/Von Kleinen Dingen.

4 - Gay Odin. Dicono sia più un’industria che una bottega artigianale, resta il fatto che senza le uova di Gay Odin la Pasqua è meno elegante, al netto delle decorazioni con i panorami partenopei. La fabbrica è monumento nazionale, il primo negozio, oggi sono 10, è stato aperto nel 1922. Un’istituzione. Costo: ??? Dove: Napoli, Via Toledo 214, tel. 081 400063. Milano: Via San Giovanni sul Muro 19, tel. 02 39663509. Immagine: Flickr/Swami 3 Ele.

5 – De Bondt. E’ risaputo che spezzare uno scacco dalle tavolette De Bondt, specie quelle fondente e sale, ha un effetto terapeutico. E per una volta il colesterolo può tranquillamente fottersi. Enfasi su fottersi. Ma Cecilia Iacobelli e Paul de Bondt, la coppia del cioccolato d’autore italiano, riesce a stupire perfino con le uova di Pasqua, sempre lavorate con cacao monorigine proveniente da Venezuela, Ecuador e Brasile. Costo: ??? Dove: Pisa, Lungarno Pacinotti 5, tel. 050 3160073. Immagine: Chocotravels.

6 – La Bottega del Cioccolato. Pochi metri che ricordano un’oreficeria. Invece è la bottega fiorentina dove il vulcanico maestro pasticcere Andrea Bianchini dà vita a un cioccolato perfezionista usando ingredienti insoliti: lavanda, olio extra vergine di oliva, aceto balsamico, rosmarino. Di culto anche le uova, fatte con fave pregiate e contenuto di cacao elevato (70%). Costo: ??? Dove: Firenze, via Gioberti 41r, tel. 055 2001609. Immagine: New York Times.

7 – Guido Castagna. Senza latte o profumate di nocciola (Piemonte Igp 40%) le uova minimalista che Guido Castagna, l’ultimo gigante della cioccolateria piemontese, vende solo nella bottega di Giaveno, sono la cosa più vicina al nirvana a ricordo d’uomo. Solo per il bene del vostro tasso glicemico sorvolo su gianduiotti e crema spalmabile. Costo: ??? Dove: Giaveno, Torino, Via Torino 54, tel. 0119 766618. Immagine: New York Times.

8 – Antica Dolceria Bonajuto. A Modica dal 1890, è stata la prima fabbrica siciliana di cioccolato. Oggi Franco Ruta, realizza il cioccolato, compreso quello delle uova, con una tecnica che definisce “precolombiana”. Traduzione: non usa lecitina né burro di cacao, ma solo cacao “Forestero” che lavora a freddo. Costo: ??? Dove: Modica, Ragusa, C.so Umberto I° 159, tel. 0932 941225. Immagine: La Cucina di Adina.

9 – Venchi. E’ uno dei marchi di cioccolato più famosi nel mondo. Fondato a Torino nel 1878 oggi ha sede in provincia di Cuneo. Vende cose strane ma buonizzime, per dire, un cofanetto in legno con dentro 45 sigari aromatizzati all’arancia. E un tot di uova al cioccolato. Il Brutto ma Buono, il fondente di Provenza, il Chocaviar con la granella e una intera linea di senzazucchero. 75% di cacao, minimo. Costo: ??? Dove: Castelletto Stura, Cuneo, Via Cuneo 45, tel. 0171 791611. Immagine: Flickr/FoodMayhem.

10 – Maglio. E’ il nome della famiglia che ha reso la Puglia famosa del mondo per la produzione del cioccolato. Da laboratorio di liquori a cioccolateria specializzata nei ricoperti, fa salivare il mondo con i datteri, i fichi e clementine al mandarino. E le uova nella scatola. Al latte, fondenti e nelle versioni cru realizzate con fave di cacao provenienti da Tingo Maria,  Messico, Africa, Papuasia e Equador. Queste ultime anche nella variante cioccolato rivestito con nocciole, mandorle e pistacchi. Costo: ??? Dove: Lecce, Via Templari 16, Tel. 0832 243816.

Login with Facebook:
Login

 

18 commenti a Guida all’acquisto di 10 costosissime uova di Pasqua alternative al fai da te

  1. Um, um, non sarà il non plus ultra per la qualità del cioccolato ma come decorazioni Graziano Giovannini di Montecatini Terme (PT) ha pochi rivali… o forse il vicino Luca Mannori di Prato, toh :-) due stili diversi, eh

    giovannini luca mannori

    E del cioccolato Noka ne vogliamo parlare ? ;-)

    • Sissi in piazza Risorgimento: luogo di delizia, melting-pot afro-italiano, snobbbbizzimo, caro come il fuoco, un dehors che in questa stagione vale il ricarico/tavolino, e infine uova di pasqua home-made confezionate in coloratissimi tessuti africani. Radical-chic ;-)
      A breve prezzi e foto

  2. Il Pistocchi, dato che non fa uova, a Pasqua se ne va a Vienna a gironzolare da turista fra pasticcerie ed enoteche, speranzoso di trovare qualche ottimo strudel, di assaggiare la Sacher originale e taroccata e poi farsi la sua idea e magari di berci sopra un Eiswein con i fiocchi…

    Nella mia personalissima classifica trovo le uova di Andrea Bianchini “semplicemente” deliziose, e mi piacciono molto anche le idee pasquali di Paul e Cecilia de Bondt.

    Delle foto pubblicate quella che mi piace di più è la semplice eleganza di Maglio.

    Buona Pasqua a tutti!!

  3. Visto oggi al tg, uova di Pasqua decorate con immagini di piazze e monumenti italiani, prodotte a Saint Vincent: il mastro cioccolatiere, del quale non ricordo il nome (forse Morandin?)dice di esser uno dei due o tre in grado, in Italia, di fare simili opere. Tempo dieci giorni, costo circa 2000 euro.
    Speriamo, anzi son sicuro, sia buono anche il cioccolato.

  4. Pingback: Tweets that mention 10 costosissime (ma irrinunciabili) uova di cioccolato artigianale per Pasqua | Dissapore -- Topsy.com

  5. Pingback: La settimana di chi ha avuto la fortuna di nascere bianco, e soprattutto, uomo - Macchianera

  6. Pingback: La migliore cioccolata a Roma | Negozi Di Roma

  7. Pingback: Nessuno sa resistere all’ uovo di cioccolato – Vademecum pre-pasqualeInsieme con Gusto | Insieme con Gusto

Lascia un commento

1. Ospite
Commenta subito
2. Iscritto a Facebook o Twitter
Commenta con il tuo profilo social
accedi
3. Iscritto a dissapore