curcuma

Per molti la curcuma rappresenta la panacea di tutti i mali, arrivata dal magico Oriente per curare dal mal di schiena alle infiammazioni intestinali, dal raffreddore ai dolori reumatici, dal colesterolo alto al diabete.

Questo, ci hanno fatto credere finora.

Ma in effetti, oggi si scopre che la tanto decantata curcuma pare non essere quel rimedio prodigioso a cui ci è piaciuto credere finora, e che aggiungerne un pizzico alla colazione mattutina non trasformerà l’ordinario latte nell’elisir di lunga vita ma, più modestamente, lo colorerà semplicemente di giallo.

Questi i risultati di una ricerca sulla bionda spezia orientale pubblicata dalla rivista scientifica Nature basata su migliaia di articoli e oltre 120 studi clinici, che hanno evidenziato come non esistano, in pratica, prove certe sulle virtù terapeutiche della curcuma.

Al contrario invece, come afferma Michael Walters, uno tra gli autori dello studio, la curcuma fa rilevare, all’interno delle sue molecole, una sorta di “falso segnale”, un legame proteico che la indicherebbe come efficace nel trattamento di alcune patologie mentre in realtà tale legame non sussisterebbe affatto.

Il grande equivoco potrebbe dipendere dal fatto che, oltre alla curcumina, l’estratto di curcuma comprende numerose altre sostanze, e molti ricercatori potrebbero aver attribuito una determinata attività molecolare alla sostanza sbagliata: non per nulla dal 2009 a oggi ben 15 studi sulla curcumina sono stati ritrattati e moltissimi altri sono stati riveduti e corretti.

Nonostante questo, però, alcuni ricercatori si dimostrano ancora ottimisti sulle proprietà della curcuma, pur sapendo che avere risposte certe e inconfutabili sui benefici effetti della curcumina potrebbe essere un’impresa ardua, se non impossibile.

Nel frattempo, noi potremo considerarci nuovamente liberi di gustare il nostro latte mattutino mescolandoci il consueto dito di caffè, relegando così il latte d’oro tra le mode effimere da cui siamo bersagliati ogni giorno, invece che tra i rimedi tanto “miracolosi”quanto privi di fondamento.

[Crediti | Link: Nature.com, Dissapore]

commenti (22)

Accedi / Registrati e lascia un commento

  1. Avatar Orval87 ha detto:

    Devo essermi perso quando lo fecero credere che faceva bene, perchè a me non è mai passato per la testa.
    Credo che le uniche volte che ho imesso curcuma nel mio stomaco sono state le pochissime volte che ho acquistato la senape Colman’s, che la contiene. Basta.
    Solo i pirla che credono ai “superfoods” si fanno abbindolare da queste storie magiche…

    1. Cinzia Alfè Cinzia Alfè ha detto:

      Prima ci sono le bacche di goji….la fila è lunga..;-)

    2. Avatar Alessandro ha detto:

      Uhm.. cosa ci sarà da ridire sullo zenzero?

    3. Avatar Sergio ha detto:

      Gli antichi romani sono stati tra i primi a scoprire che l’aglio ed anche l’aceto avevano proprietà antibiotiche. Ogni soldato romano aveva tra il suo equipaggiamento una boraccia contenente un intruglio di aglio e aceto che dovevano somministrarsi, in piccoli sorsi giornalmente per prevenire malattie e combattere la fatica durante le marce e le battaglie, lo stesso intruglio veniva usato per curare le ferite. Io ho un problema con l’uveite ad un occhio, causata da un virus che ogni anno con l’arrivo della primavera mi tormentava per una quarantina di giorni e curata con costosi e pericolosi medicinali (aritmie al cuore e problemi al fegato ed alla memoria), alla fine il mio, vecchio, medico mi ha consigliato di prevenire le ricadute con la prevenzione usando “il metodo dei legionari romani” cioè aglio e aceto; ho iniziato ad aggiungere l’aglio in tutti i cibi comprese le bevande calde. E’ più di un anno che non ho problemi agli occhi e non prendo più nemmeno gli antibiotici per i diverficoli, grazie anche alla curcumina (per le infiammazioni e l’artrosi) ed ai probiotici che prendo giornalmente, ho 70 anni, sino ad un anno fa prendevo 14 medicine al giorno, compresa la cardioaspirina, oggi il medico me le ha ridotte a 3 (una per l’aritmie e le altre 2 per la prostata), pertanto possono fare tutte ricerche che vogliono “pro industrie farmauceitiche ” ma io sto meglio senza le loro costosissime medicine.

    4. Avatar ovoallacoque ha detto:

      Bha, Sergio, avrai pure ragione, ma quando passi tu da una strada la fiatella di aglio&aceto si sente sino al giorno seguente… Morirai sano, senza aver dato un centesimo a Big Farma (figurati se non usciva fuori…), ma solo come un disperato…

  2. Avatar alessandro ha detto:

    Fate tutti gli studi che vi pare, mi sembra più che corretto, ma da un anno che assumo regolarmente curcuma (fresca) e zenzero non ho più avuto raffreddori, mal di testa, infiammazioni varie, ho perso molto peso e regolarizzato la pressione sanguigna. Non so a voi ma a me hanno dato benefici inconfutabili, unitamente ad una dieta a base vegana. Sempre meglio di hot dog, hamburger e patatine di McDonald’s.

    1. Cinzia Alfè Cinzia Alfè ha detto:

      Dovresti allora riferire il tuo caso agli autori dello studio 🙂

    2. Avatar Sergio ha detto:

      Probabilmente sono calate le vendite di medicinali, tra un po salterà fuori che il fumo delle sigarette migliora il respiro, visto che stanno calando paurosamente le vendite di tabacco

    3. Avatar Marco Lorenzi ha detto:

      Considerato che il tuo consumo di curcuma e zenzero si inserisce in quello che sembra un radicale cambiamento di stile di vita, affermare che siano le spezie le responsabili del miglioramento é quantomeno azzardato.

      Che poi é il bias principale di qualsiasi studio pesudoclinico sui “superfood”: la tendenza é che chi consuma “superfood” con convinzione é in generale una persona più attenta alla dieta, alla salute e più attiva dal punto di vista fisico. Tutti parametri che possono influenzare, e molto, il risultato finale.

      Un vero risultato sarebbe quello di vedere differenze in due persone (meglio, gruppi di persone) che differiscano solo per il consumo di curcuma.
      Aka: stessa dieta, stesso stile di vita, stessi fattori di rischio ambientali e genetici; un gruppo prende curcuma, l’altro no.

  3. Avatar Smaug ha detto:

    Pare che anche il famigerato abbinamento latte + caffè non faccia tanto bene allo stomaco.

    1. Avatar Alessandro ha detto:

      Io ancora devo capire se il latte fa male xD

  4. Avatar GiPo56 ha detto:

    Chi ha fatto credere che la curcuma avesse proprietà miracolose e chi non lo ha mai sostenuto sono due gruppi di persone diverse.
    Gli scienziati seri sono nel secondo gruppo, mentre del primo fanno parte a pieno titolo ciarlatani vari, guardacaso gli stessi che parlano di “superfoods” ed altra fuffa mediatica.

    1. Cinzia Alfè Cinzia Alfè ha detto:

      In effetti, non esistono cibi miracolosi, e non serve scomodare gli scienziati per asserirlo. Ciao 🙂

  5. Avatar Alessandro ha detto:

    Io so solo che quando avevo un dolore allo sterno causato da un forte pugno che mi è stato dato, il Golden milk me lo ha quasi del tutto anestetizzato… A volte però mi girava un po’ la testa… Ora non so se sia un bene o un male, e dubito che fosse suggestione… Ricordo poi che il mio medico base diceva che la curcuma non facesse male, ma non la esaltava..

  6. Avatar Raffaele ha detto:

    I benefici ci sono! Se una persona è pratica la utilizza per insaporire i piatti, magari in qualche miscela personale di spezie, tutto ciò a discapito del sale, il quale è confermato che in eccesso fa male (lo dico da persona che abbonda sempre sia di sale che di spezie).

    Sicuramente non è una spezia miracolosa, infatti, sono convinto che tutte le spezie debbano essere usate principalmente per insaporire i piatti, perchè magari il

  7. Avatar Lodovico ha detto:

    Ma non è vero che gli scienziati chiedono scusa per la curcuma!
    Se invece di scrivere queste castronerie ci si prendesse la briga di leggersi lo studio in originale con un po’ di conoscenze scientifiche alle spalle, si sarebbe detto casomai che alcuni chimici hanno messo in dubbio alcune cose sulla curcumina. E questi pochi ricercatori hanno detto alcune cose sensate ma hanno anche riportato delle balle colossali che sono già state contestate da medici e scienziati.
    Se qualcuno è interessato ad una lettura dello studio più veritiera ne parlo qui: https://rimedinaturalibiopotenziati.com/la-curcumina-sostanza-ingannatrice-o-falso-scoop/

    1. Cinzia Alfè Cinzia Alfè ha detto:

      Se ci si prendesse la briga di leggere il post per intero, invece di fermarsi al titolo, si scoprirebbe che è proprio quello che abbiamo scritto nel corpo dell’articolo. ciao.