di Chiara Cajelli 22 Gennaio 2020
dieta-senza-sale

Seguire una dieta senza sale è spesso necessario, anche se di base ridurre anche drasticamente il sale è sempre un consiglio che la medicina moderna consiglia e raccomanda. Una dieta iposodica non è un dramma: abituarsi non è difficile portando un po’ di pazienza e, alla fine, difficilmente tornerete indietro. Ecco come seguirla senza sacrifici, qualche trucco e idea per sopperire alla mancanza di sale senza necessariamente notare mancanza di sapore.

A chi è rivolta la dieta iposodica

Come anticipato, una dieta senza sale aggiunto o perlomeno con sale ridotto, dovrebbe essere rivolta a tutti noi dal momento che siamo ormai assuefatti a questo ingrediente. Tuttavia, in molti casi è addirittura obbligatoria, ovvero in presenza di determinate condizioni fisiche. Eccole:

  • insorgenza o presenza di ipertensione arteriosa;
  • disfunzionalità renale;
  • rischio cardiovascolare

Il sale come dipendenza

Lo zucchero porta sicuramente dipendenza (e per “dipendenza” si intende una tendenza del nostro organismo a richiederne sempre di più), ma la porta anche il sale. I prodotti alimentari salini (un caso eclatante sono le patatine in sacchetto) sono studiati a tavolino per portare dipendenza al consumatore. Questo è un dato di fatto, e lo specifico per indurre solo ad un pensiero a riguardo. Infine, anche molti “dolci” contengono sodio.

Non solo sale da cucina

Il sale da cucina non è l’unico tipo di sale da evitare o ridurre: includiamo anche il glutammato di sodio e il bicarbonato di sodio. E attenzione a tutti gli alimenti cui non si aggiunge sale, ma che sono prodotti con un’altissima percentuale di sale in quanto conservante: il cosiddetto sodio “nascosto”, le sigle E250-E251 nitrato e nitrito di sodio, E620 A E625.

  • salumi;
  • chips confezionate;
  • dado alimentare

Inoltre, la dieta iposodica non riguarda solamente il sale in sé ma anche un piano alimentare tutto: bilanciato su parametri medici, che non possono essere improvvisati, ed escludendo tabacco, alcol, caffeina.

Come fare senza sale

Parando in termini più generici, stare senza sale è possibile e non è così difficile. Vediamo qualche soluzione:

  • condire con orangette e citronette, due condimenti a base di olio evo, succo di agrume, pepe evitando il sale;
  • puntare sulle erbe aromatiche, meglio se a crudo o lasciate in infusione;
  • consumare molti ortaggi crudi o appena scottati: il loro sapore sarà più intenso, e avrete un maggiore senso di appagamento gustativo