di Chiara Cajelli 3 Agosto 2019
dieta-social-funziona

Non solo la dieta social esiste, ma si tratta pure di un marchio registrato e di un sistema interamente applicato tramite Facebook. Come funziona? Più ch altro, scriveremo di cosa si tratta.

Cos’è

Sul sito ufficiale urlano: “Raggiungi il tuo peso forma e ritrova benessere e autostima con il nostro metodo di alimentazione consapevole. Un percorso collettivo di alimentazione sana e consapevole che induce ad avere un corretto rapporto con il cibo, a perdere peso senza rischi per la salute e ad intraprendere un nuovo stile di vita”, con spazio anche per moda e beauty routine. Già che ci siamo. E ancora: “con Dieta Social® non patisci mai la fame. Ciascun percorso Dieta Social® si basa sulle più moderne evidenze scientifiche e risulta facilissimo da seguire. Con i nostri programmi dietetici, e con il supporto del nostro Team, dimagrisci in salute, ritrovi l’autostima e condividi i tuoi successi”.

I percorsi

Insomma una sorta di portale supportato da facebook, una community in cui vendono percorsi formativi e di dieta, alcuni dei quali gratuiti. Cercando questi ultimi (e ho guardato per settimane), tuttavia, non ne risultano mai di attivi. A questo punto se si è curiosi o propensi è necessario accedere a pagamento, tramite Dieta Social Master Club: la pagine vede il Prof. Pier Luigi Rossi – che ricorda in maniera impressionante Roberto Carlino “che non vende sogni ma solide realtà” – insieme ad una meravigliosa e sempre in formissima Jill Cooper.

Gli ambiti

Come anticipato, non c’è solo l’idea di suggerire diete, ma anche di seguirti tramite un life coach e uno style coach: “Con il nostro modello di alimentazione consapevole, recuperi subito la tua forma fisica. In più, grazie al supporto e agli esercizi della nota personal trainer Jill Cooper, tonifichi tutto il corpo e ti senti sempre in forma! Vivi un’esperienza di benessere a 360° grazie ai consigli motivazionali del nostro mental coach e a quelli di bellezza del nostro visagista e look-maker. Oltre 200.000 persone stanno dimagrendo con noi: ecco alcuni esempi”, e fioccano infatti foto di Prima e Dopo con tanto di dati dimagrimento.

Facebook

Per accedere ad un Piano di abbonamento è necessario iscriversi o tramite email oppure tramite Facebook – cosa che io ho preferito evitare. Le promesse sono messe nero su bianco ovunque e variano dal non contare le calorie, al non sentirsi mai soli grazie alla community, ai menù riattiva-metabolismo.

Le ricette e lo shop

Sempre sul sito c’è un’area chiamata “ricette“: un modo molto furbo per attirare la tua attenzione, perché di fatto si tratta di pagine introduttive e passive, che non citano alcun tipo di ricetta ma snocciolano citazioni a sfondo food e simili. Anche in questa sezione, quindi, non è possibile approfondire se non sei già iscritto.

Lo shop, ovviamente, è accessibile e lo introduce la Direttrice di Dieta Social Stefania De Napoli: vende kit perdipeso con libri e audioricette (67€), dvd di Jill Cooper e singoli libri di Dieta Social.

I social

Ovviamente, Dieta Social si trova sia su Instagram che su Facebook: sul primo vanta quasi 15 mila follower ed è un susseguirsi di post prima e dopo, e di camei di medici nutrizionisti e mental coach. Il secondo vanta invece circa 275 mila follower, ed è li che vedi un po’ più di ciccia: le persone interagiscono, fanno domande, apprezzano le ricette che scorrono nel feed… e in moltissimi vogliono abbonarsi.

I prezzi

Una utente infatti scrive: “salve, volevo sapere se è aumentato il costo dell’abbonamento. Perché non mi quadra una cosa….se vado nella mia area riservata mi dice che facendo il trimestrale mi costa 2,19 circa al giorno. Invece sulla bacheca della pubblicità dell’annuncio della partenza di DS per chi vuole provare DS….dice 1,90 al giorno. Siccome vorrei rinnovare, volevo delucidazioni” La risposta: “Ciao, i prezzi degli abbonamenti hanno subito variazioni, il costo è di circa 2 euro a settimana“. Quindi, boh non si capisce. Nel senso che non c’è materiale concreto per approfondire.

Si capisce solo che siamo arrivati alla frutta. E lo scrive una che ha toccato il fondo molte volte anche grazie a tutti questi universi qui. menomale che ad un certo punto l’intelligenza e l’amor proprio hanno prevalso, cosa che auguro anche a tutti gli abbonati della Dieta Social.