di Nunzia Clemente 22 Marzo 2016
champagne gun

Spruzzare la procace vicina di tavolo con lo champagne pagato 100 volte il suo valore nel privé della discoteca esclusiva? Bah, fa tanto Billionaire anni 2000. Pure la sapiente sciabolata assestata sul collo della bottiglia per aprirla è roba da museo delle cere.

Sei milionario, sei vip, sei il Superliquidator che nel party in piscina inonda i suoi simili con tutta la gioia infantile e un po’ cretina di cui è capace?

Allora la pistola spara champagne, nome in codice Champagne Gun, dev’essere tua.

L’arma per edonistici after-hour, a essere pignoli più mitraglietta che pistola, simile ai fucili ad acqua che hanno segnato le nostri estati al mare, è stata inventata dai francesi di Extra-Night (sito blindato, raggiungibile solo con apposita password).

Tecnicamente sarebbe un supporto omologato per bottiglie magnum di ogni marca di champagne. Dati tecnici: poco più di due chili da scarico, ne pesa cinque con le opportune e spumeggianti munizioni. 

La nuova mania per magniloquenti rapper in vena di gavettoni, proprietari di lussuosi yacht, aspiranti Briatore, milionari russi in vacanza al Forte e rich kid di tutto il globo costa la sciocchezza di 459 dollari.

champagne gun

Jeremy Touitou, originario di Miami, capitale della vita notturna americana e importatore della pistola spara champagne negli Stati Uniti ha raccontato a Vice:

Champagne gun è in commercio da soli dieci giorni, la risposta è stata folle. Abbiamo venduto quasi 400 pistole, sapete, i club sono alla costante ricerca di nuovi modi per vendere magnum di champagne.

Quanto tarderemo a vedere le prime Champagne Gun in Costa Smeralda, secondo voi?

[Crediti | link: Vice, Extra-Night, King of Sparklers]