Tre cocktail a base bollicine per brindare al 2023

Champagne, Franciacorta, Prosecco: se vi sono avanzate bollicine, ecco 3 drink da rifare a casa per brindare a Capodanno 2023.

cocktail a base bollicine

Il countdown è iniziato da giorni e solamente qualche ora ci divide ormai dall’inizio del nuovo anno. E come brindare all’inizio del 2023 se non con la classica bollicina di mezzanotte? Scordatevi però flûte e fluttini, se avete qualche bottiglia avanzata da Natale o avete esagerato con gli acquisti in vista del cenone di Capodanno, potete stupire i vostri ospiti con un cocktail a base… bollicine.

Che sia uno Champagne, un Franciacorta, un Ferrari o un Prosecco, che sia uno spumante francese o uno italiano, e ancora un metodo classico o un metodo charmat, ricordatevi che il mondo del bar è sempre la scelta giusta. È in primis l’autorevole International Bartenders Association (IBA) a presentarci le più svariate soluzioni per valorizzare una bollicina all’interno di un drink, partendo proprio dai cocktail che hanno fatto la storia della miscelazione. Il più elegante in tal senso è lo Champagne Cocktail, una garanzia per occhi e palato realizzata con 9cl di Champagne ghiacciato, 1cl di Cognac, 2 gocce di bitter Angostura, qualche goccia di Grand Marnier e una zolletta di zucchero, insieme a una scorza d’arancia e una ciliegina al maraschino usate come garnish. La preparazione è semplice: si mette la zolletta di zucchero con 2 gocce di bitter in una grande coppa Champagne, per poi aggiungere il Cognac e versare lo Champagne ghiacciato. L’aggiunta di Grand Marnier è facoltativa.

Per chi volesse contenere i costi e non discostarsi troppo dalle tradizioni nostrane esistono i soliti grandi classici a base di vini spumanti come Spritz, Hugo e Bellini, ma se la vostra sete di curiosità vi spinge a guardare oltre abbiamo (almeno) altre tre proposte che fanno per voi. Tre cocktail che fanno parte dei menu di altrettante icone della mixology italiana, in grado quindi di raccontare il Bel Paese fra classicità e innovazione, fra rispetto per le ricette del passato e signature ben più originali. Le firme sono del resto quelle di Carico (Milano), Atrium Bar at Four Seasons Hotel (Firenze) e Cinquanta Spirito Italiano (Pagani).

“Air Mail” by Carico Milano

Il nostro viaggio alla ricerca di alcuni fra i più suggestivi (e facilmente replicabili) drink a base bollicine inizia da Milano, più precisamente dal casual risto cocktail di Dom Carella e Leonardo D’Ingeo. Insieme a loro c’è un valido e giovane staff che, fra bar e cucina, è riuscito a rendere in poco tempo Carico una delle tappe obbligatorie di ogni bar tour milanese. Preparato dal bartender Christian Teducci, l’“Air Mail” è un grande classico che alle bollicine aggiunge il rum Brugal 1888, il succo di lime e lo sciroppo di miele. Una bevuta dolce e con pochi ingredienti, che omaggia in particolar modo la Francia vista la presenza al suo interno di un Crémant d’Alsace Dynastie.

Ingredienti

3cl Brugal 1888
2cl Succo di Lime
1cl Sciroppo di Miele
4,5cl Crémant d’Alsace Dynastie

Preparazione

Inserire tutti gli ingredienti all’interno di uno shaker. Shakerare e filtrare il drink in una coppetta. Colmare con le bollicine (Crémant d’Alsace Dynastie o altra etichetta a piacere).

“Sophia Loren vs Marilyn Monroe” by Atrium Bar – Four Seasons Hotel Firenze

Ci spostiamo al centro Italia e il livello di difficoltà si alza ulteriormente, visto che insieme alle bollicine troviamo protagonista anche l’aceto balsamico. Proprio così, perché ormai da anni l’Atrium Bar, all’interno del Four Seasons di Firenze, propone cocktail con aceto balsamico nelle sue liste signature. Il protagonista di questo elegante drink in stile Fizz, insieme al Prosecco, è infatti l’aceto di mele in shrub che apporta acidità e un contrasto dolce-amaro a un cocktail sulla carta complesso, ma comunque facile da bere. “Sophia Loren vs Marilyn Monroe” è un signature ideato dall’Head Bartender Edoardo Sandri e dal bartender Simone Corsini che è stato proposto per la prima volta nel 2019 nell’Atrium Book “La Sfida” ed è presente nel Side A dell’attuale menu-vinile “Greatest Hits Mix-Tology del 2022”, che ripercorre alcuni best seller del locale.

Ingredienti

4,5cl Tanqueray Gin
1,5cl Select Aperitivo
2,5cl Shrub Lamponi e Vaniglia
4cl Prosecco Valdobbiadene

Preparazione

Per realizzare lo shrub si usano 500g di aceto di mele, 300g di zucchero semolato, 125g di lamponi freschi e 3 bacche di vaniglia. Lasciare riposare dentro un contenitore ermetico per 24 ore e poi allungare con 500g di acqua. Servire il cocktail in un bicchiere tulip e magari impreziosirlo ulteriormente con un piccolo babà napoletano come garnish.

“Sottobosco Royale” by Cinquanta Spirito Italiano

Chiudiamo il nostro viaggio da nord a sud Italia per fare visita a una delle più rivoluzionarie aperture degli ultimi due anni: Cinquanta Spirito Italiano. Il cocktail bar e ristorante di Alfonso Califano e Natale Palmieri ha scelto una location inedita come Pagani, comune con poco più di 30.000 abitanti in provincia di Salerno, per creare una realtà giovane, ambiziosa e sempre in fermento, in grado di ridare vita proprio ai tanto rimpianti anni Cinquanta anche a livello drink. Fra i signature più apprezzati, c’è senza dubbio il “Sottobosco Royale”, una bevuta colorata e fruttata che non perde mai il suo fascino elegante e lascia carta bianca a chi la prepara in quanto alle bollicine da utilizzare (e al Gin).

Ingredienti

2,5cl del vostro Gin preferito
1,5cl Liquore alle More
1,3cl Sciroppo di Zucchero
2,5cl Succo di Limone
1,5cl Succo d’Arancia
0,5cl Albume d’uovo
Top di bollicine

Preparazione

Versare in uno shaker gli ingredienti sopracitati, aggiungere ghiaccio e shakerare vigorosamente. Servire in un bicchiere alto, o in un flûte, colmare con delle bollicine a scelta e… salute!