di Valentina Dirindin 14 Ottobre 2020
Massimo Bottura nominato Ambasciatore contro lo spreco alimentare per le Nazioni Unite

Da che mondo è mondo, le crisi economiche non tangono (anzi!) i più ricchi e questo, da un po’ di tempo a questa parte, riguarda anche la categoria dei super chef. Quelli di successo si intende, che guidano ristoranti collezionando stelle, accumulano followers e ospitate televisive mentre con l’altra mano scrivono libri. O scrivono mail al ghost writer di fiducia, si intende.

Qualcuno di voi credeva forse, ancora, che si diventasse ricchi con i ristoranti?

Il rapporto Celebrity Chef Credit, stilato da money.co.uk, ha messo in classifica i Paperon de’ Paperoni delle cucine d’Europa, giudicandoli in base al loro guadagno e al loro successo e gli Italiani ne escono alla grande. Cinque dei dieci chef di maggior successo del Vecchio Continente battono bandiera tricolore, e siamo pronti a scommettere che se provaste a indovinare al volo quali sono, non ne azzecchereste neanche la metà.

classifica chef di successo
www.money.co.uk

Non è solo una questione di soldi. Oggi come oggi, cosa fa lievitare il fatturato di uno chef come se fosse un panetto per preparare la miglior pizza di sempre? Il successo televisivo, direte voi. Giusto, ma non solo. Gli chef degli anni Duemila hanno ormai dimostrato che per far quadrare i conti senza la paura di arrivare a fine mese devono trasformarsi in imprenditori, costruendo un brand di successo intorno a sé e al proprio ristorante.

Ed è proprio ciò che ha cercato di fare money.co.uk, prendendo in considerazione i “fattori di successo” di ciascuno chef: Patrimonio netto, Numero di libri di cucina pubblicati, Stelle Michelin, Influenza sui social media, Apparizioni televisive, Durata della carriera televisiva.

Se nella classifica UK nessuno può battere il primato di Gordon Ramsay, che oseremmo dire è tra gli chef più popolari del mondo, la situazione cambia quando si guarda all’Europa tutta.

Al primo posto manco a dirlo, c’è il re dei re delle cucine, Massimo Bottura, con un punteggio totale, in base ai diversi parametri conteggiati, di 60,5 punti su 120. Il successo internazionale dell’Osteria Francescana (recensita da noi ad agosto), le nuove aperture nel mondo firmate Gucci, quindici libri di cucina all’attivo e un profilo social da vero influencer valgono al nostro chef più popolare il primato indiscusso in questa classifica.

In seconda posizione troviamo lo chef francese Raymond Blanc (punteggio 54,5 su 120), chef patron di Belmond Le Manoir aux Quat ‘Saisons (due stelle Michelin): una carriera trentennale di grande successo, trenta libri pubblicati e l’apparizione in oltre venticinque programmi televisivi.

L’Italia si guadagna anche un altro posto del podio, con un nome che sicuramente avrete intuito: la medaglia di bronzo degli chef più di successo d’Europa va ad Antonino Cannavacciuolo (punteggio di 53 su 120). Inutile spiegare perché: Cannavacciuolo è forse lo chef italiano che meglio di tutti ha saputo coniugare l’alta cucina con il gusto pop, non solo a tavola ma anche nella costruzione della sua immagine. Otto i libri di cucina pubblicati, innumerevoli le apparizioni televisive e un patrimonio netto stimato in oltre cinque milioni di euro.

Segue Anne-Sophie Pic (49.5/120), unica donna in classifica insieme alla collega italiana Cristina Bowerman, che fa la sua comparsa un po’ a sorpresa al settimo posto della top ten, con un punteggio di 33.5/120. A dividerle, Heinz Beck al quinto posto (39/120) e l’olandese Ron Blaauw al sesto (33.5/120). Prima di ritrovare un altro italiano, Massimiliano Alajmo al nono posto (29.5/120) la classifica degli chef di maggior successo piazza all’ottavo posto Zdeněk Pohlreich, chef e presentatore televisivo ceco (29.5). Chiude la top ten lo chef franco-algerino Akrame Benallal (29/120).

I fatturati degli chef di maggior successo

Il Celebrity Chef Credit ha provato anche a stimare il patrimonio economico netto degli chef superstar europei, guardando chi sono i più ricchi tra i dieci più popolari. Anche in questo caso, la classifica sorride all’Italia, con quattro posizioni nella top 5. Massimo Bottura, primo tra gli chef di successo, è secondo questo parametro anche il più ricco, con un patrimonio stimato in oltre 200 milioni di euro (200.720.870, per la precisione).

Segue Heinz Beck, tre stelle Michelin a La Pergola di Roma, che – bisogna dirlo – non avvicina neanche un po’ il collega dell’Osteria Francescana, ma non se la passa male con i suoi 16milioni e passa di patrimonio stimato. Al terzo posto tra i più ricchi dei celebrity chef troviamo Massimiliano Alajmo, che con la sua impresa familiare diversificata e di successo oltrepassa i 15milioni di fatturato stimato.

Dopo il podio le cifre si riducono di molto: 5milioni e 381 mila euro stimati per Antonino Cannavacciuolo, al quarto posto, e 4milioni e 264mila euro per Anne-Sophie Pic, cuoca francese tra le più note e unica donna a meritarsi l’ingresso nell’empireo economico delle cucine.