di Nunzia Clemente 26 Agosto 2017
simone rugiati

Può succedere, anzi, capita sovente. Restiamo delusi dall’accoglienza sgarbata di un cameriere, o da un piatto avvilente cucinato dallo chef, e corriamo a sfogare livore e malcontento su TripAdvisor. È la critica dei ristoranti 3.0, bellezza, che ci ha trasformati tutti da semplici avventori a provetti critici gastronomici.

La storia si ripete anche se con alcune varianti.

Simone Rugiati, per esempio, non è un semplice avventore, ma un volto noto tra i cuochi che vediamo in tv. E a fare da quinta al suo sfogo per una volta non è TripAdvisor bensì la sua pagina Facebook. Ma la sostanza non cambia.

Inferocito per come ha mangiato giovedì sera al Sushi Su di Padova, descritto online come “accattivante e alla moda, un moderno lounge bar giapponese che si trova in Via Giordano Bruno a Padova, al terzo piano della palazzina liberty che ospita la Pizzeria Stecca”, all’uscita dal ristorante ha pubblicato un video diventato rapidamente virale.

Inutile precisare che nel video il telechef toscano spara a zero sul locale dicendo di aver “rischiato l’intossicazione”.

“Non ho mai fatto una cosa del genere ma stavolta lo faccio –è il commento di Rugiati nel video- sono leggermente intollerante al liquido di conservazione del granchio in scatola, ho ordinato dell’astice e ho chiesto se ci fosse il granchio perché lo sentivo, mi hanno detto di no. L’ho sentito e non l’ho mangiato altrimenti sarei andato al pronto soccorso”.

Quindi il colpo di teatro, Rugiati si volta e mostra il locale:

“Si chiama Sushi su, non ci venite, a Padova davanti alle mura. Se questa è la ristorazione italiana mi vergogno di fare questo lavoro. Sushi su? No, sushi giù”.

Al video ha risposto stupito e rabbioso Massimiliano Liggieri, proprietario del Sushi su, contattato dal Mattino di Padova.

Questa la sua risposta: “Nel mio ristorante il sushi è preparato con pesce fresco. Quello era un astice fresco, peccato che non l’ha nemmeno assaggiato. Procederemo penalmente per tutti i reati che l’autorità giudiziaria vorrà ravvisare”.

La lunga storia delle critiche e delle contestazioni ai ristoranti, con relative piccate risposte da parte dei ristoratori, si arricchisce di un nuovo capitolo.

E a noi, popcorn alla mano, tocca decidere da che parte stare.

[Crediti | Link: Il Mattino di Padova]