Come tagliare un avocado senza finire all’ospedale

Come si taglia un avocado senza rischiare di finire al Pronto Soccorso? Sembra incredibile ma l'avocado è uno dei frutti che provoca il maggior numero di incidenti domestici. Vi facciamo vedere come tagliarlo rapidamente e senza rischi

L’avocado pericoloso:  chi l’avrebbe mai detto?

Il frutto tropicale per cui il mondo sembra andare pazzo, protagonista di locali dedicati — come l’Avocaderia aperta da tre ragazzi italiani a Brooklyn –  in realtà spedisce ogni anno al Pronto Soccorso circa mezza dozzina di persone, tutte con ferite profonde sul palmo delle mani, lacerazioni di nervi e tendini e parcelle che, negli USA, arrivano alla rispettabile cifra di 20.000 dollari.

Ma chi a provato a tagliare un avocado, non stenta certo a crederci: sfuggente, viscido, dalla forma irregolare e con quel “pirulino” sulla sommità duro e difficile da eliminare, tagliare l’avocado richiede una manualità pari a quella richiesta per le noci di cocco, pur essendo molto più morbido.

E allora? Rassegnarsi a rischiare palmi lacerati oppure evitare uno dei frutti più buoni e nutrienti del pianeta?

Così buono e nutriente che siamo disposti a pagarlo ben caro, visto che il prezzo è praticamente raddoppiato rispetto allo scorso anno, arrivando a costare ben circa 530 pesos messicani (circa 25 euro) per una cassa da dieci chili –il prezzo più alto degli ultimi 19 anni–  a causa della scarsità di raccolto in Messico.

Ma il New York Times ci viene in soccorso, pubblicando  un breve video  in cui spiega il modo giusto per pelare un avocado: basta disporre di una mannaia, o comunque di un coltello robusto e di un piano di appoggio: null’altro.

tagliare avocado tagliare avocado

La prima operazione è far penetrare la lama lungo tutta la lunghezza del frutto, partendo dall’alto, fino al nocciolo centrale.

tagliare avocado

Una volta diviso il frutto in due parti, occorrerà levare il nocciolo, inspiegabilmente rimasto attaccato a una delle due.

Dopodiché, entra in scena la mannaia, o un coltello abbastanza massiccio da essere affondato con colpo secco nel nocciolo, facendolo penetrare per almeno un centimetro. Un esile spelucchino per patate non riuscirebbe a incidere con forza il nocciolo.

tagliare avocado

In seguito, con agile movimento del polso, occorre far ruotare tutto, coltello e nocciolo assieme, di quanto basta perché quest’ultimo si stacchi dalla polpa; basteranno circa novanta gradi.

E qui viene il bello. Dopo aver ottenuto due metà prive di nocciolo, bisogna levare la buccia, la parte più pericolosa di tutta la faccenda.

Ecco il vero colpo di scena; riponete la mannaia: l’oggetto giusto da impiegare è infatti  un semplice cucchiaio, inserito tra buccia e polpa. Fatto? OK, e ora, iniziate a scavare.

tagliare avocadotagliare avocado

Scavare, sì. Delicatamente, con cura, fino a staccare tutta la polpa dalla buccia, cercando di conservare la forma originaria e non tirare fuori un purè di avocado.

Che dite? Che è più facile non tagliarsi con un coltello che tirare fuori un avocado integro, o meglio mezzo, aiutandosi solo con un cucchiaio?

tagliare avocadotagliare avocado

Infine, il momento di incidere la polpa senza però staccare le fette, per poi adagiarle sul tagliere in un colpo solo, come si vede fare spesso a chi maneggia le carte da gioco con confidenza.

tagliare avocado

Ecco, seguendo questa  tecnica e diventando abili  nell’applicarla, ci sono buone probabilità di non finire all’ospedale dopo essersi piantati il coltello in una mano mentre si stava “semplicemente”  pelando un avocado…

[Crediti | Link: New York Times]

Cinzia Alfè Cinzia Alfè

16 Maggio 2017

commenti (12)

Accedi / Registrati e lascia un commento

  1. Avatar pbs ha detto:

    Scusate, ma c’era la necessità di un articolo come questo? Davvero c’è gente che non capisce da sola come tagliare/sbucciare un avocado e che rischia di “finire in ospedale”?
    Ormai mi sembra che siamo diventati come gli anglosassoni, che metterebbero l’avvertenza “non commestibile” anche su un sacchetto di bulloni.

    1. Avatar Gio2710 ha detto:

      Considerando che c’è uno studio che quantifica in sessantamila (60000) le persone che annualmente in Inghilterra si feriscono aprendo prodotti confezionati, non mi stupisco che qualcuno si pianti un coltello nella mano tentando di sbucciare un avocado e che scriva “non commestibile” su un sacchetto di bulloni.

    2. Avatar Il Fummelier - Marco Prato ha detto:

      @Gio2710: Vero. Ed è il motivo per cui il pianeta è sovrappopolato; non si permette più la “selezione naturale”.

  2. Avatar Orval87 ha detto:

    Lo prendo di rado, ma non ho mai avuto difficoltà: taglio longitudinale tutto intorno, facendo perno sul nocciolo. Rotazione delle due metà, con facile apertura. Colpo secco col coltello sul nocciolo, leggera rotazione ed esce da solo. Cucchiaio per togliere la polpa.
    Dove sta il difficile?

  3. Avatar Il Fummelier - Marco Prato ha detto:

    Se serve un tutorial per tagliare un avocado…meritiamo l’estinzione.

  4. Avatar Abi ha detto:

    Ah ma va sbucciato?
    Ecco xke il guacamole non mi veniva
    Proverò così

  5. Avatar Andrea ha detto:

    Buzzfeed me l’aveva spiegato quando ancora internet non esisteva.

  6. Avatar la cene ha detto:

    ma perché non farne una rubrica?
    “come tagliare un panino senza finire all’ospedale”, “come sgusciare un uovo senza finire all’ospedale”, “come aprire una bottiglia di vino senza finire all’ospedale”, “come mangiare la mela cotta senza finire all’ospedale”… ecc

    1. Avatar pbs ha detto:

      E anche “come mangiare la mela cotta in ospedale senza finire in rianimazione”… 😀