di Francesca Frida 28 Aprile 2011

Dài, fatti venire una bella idea per una trasmissone sul cibo!” Peggio che andar di notte, penso. Invece stringo la mano del direttore di rete  ed esco dal suo ufficio. Non potevate darmi l’incarico di inviata e spedirmi a Misurata? O a fare la Iena al matrimonio di William e Kate? Invece: un’idea bella sul cibo in Tv, e magari nuova. Avete mai pensato che la tecnica del mobbing sul lavoro potesse farsi così raffinata? Per ora la mia idea è spuntata fuori da un sogno tipo i super-cartoon televisivi, presente? Quelli che durante le puntate speciali mettevano assieme il Grande Mazinga con Mazinga Z e Goldrake? Ecco: ho sognato Elisa Isoardi prendersi a torte in faccia con Antonella Clerici, mentre Beppe Bigazzi obbligava  il direttore  generale della Rai Mauro Masi a ingurgitare un gatto. Suor Germana fare la cresima a Simone Rugiati in diretta, mentre Benedetta Parodi  annunciava l’abbandono della sua stricia quotidiana su Italia Uno per fare da secondo chef a  Massimo Bottura all’Osteria Francescana.

Nulla si crea e nulla si distrugge. Anche in televisione. La risposta dunque è CONTAMINAZIONE. Intrecci di genere che danno un nuovo prodotto televisivo. E come sempre tutto parte da una mancanza. Allora, in nome dello spirito che affratella noi frequentatori dell’Internez, ditemi cari lettori di Dissapore: COSA VI MANCA? Cosa vorreste vedere in Tv sul cibo — e mettiamoci anche il vino – che oggi non c’è? Quali personaggi potrebbero stare dentro la scatola catodica? Fatemi fare un figurone, orsù!