di Chiara Cajelli 13 Gennaio 2020
cioccolato-quanti-tipi

Il cioccolato appartiene a un mondo a parte tutto da scoprire, assaggiare, sperimentare, cucinare: quanti tipi ne esistono, come si usano, ricette consigliate… iniziamo subito!

Categorie di cioccolato

Il cioccolato non si distingue solo in tipologie, ma anche in categorie. Le categorie principali sono due, ovvero fondente e speciale.

  • Fondente: definibile tale perché non ha addizioni alla formula base, ovvero pasta di cacao, zucchero e burro di cacao;
  • Speciale: definibile tale perché contiene addizioni. Le tipologie che rientrano in questa categorie sono tutti i cioccolati non fondenti, e i cioccolati fondenti che hanno aggiunte, anche fosse del sale in superficie, o una sola spezia

Cioccolato fondente

Spieghiamo brevemente ogni tipologia di cioccolati appartenenti alle due categorie appena descritte. Cominciamo da quello fondente, che può essere solo extra, e di copertura.

Se cercate qualche spunto per usare il cioccolato, ecco queste varianti di torta al cioccolato.

Fondente extra o extra bitter

Il cioccolato fondente extra deve rispettare determinate caratteristiche, laddove, nel cioccolato fondente classico, la percentuale minima di cacao deve corrispondere al 43%, composta da minimo il 26% di burro di cacao e massimo il 57% di zucchero. Nell’extra, invece:

  • il cacao deve corrispondere minimo al 45% e fino al 90%, infatti ha un sapore davvero molto amaro inizialmente

Cioccolato di copertura

Il cioccolato di copertura è perfetto per la pasticceria, in preparazioni come decorazioni e ganache (montata ma soprattutto morbida); è composto da cacao al 31%, di cui il 16% di massa di cacao.

Cioccolati speciali

Cioccolato plastico

Il cioccolato plastico è un’alternativa alla pasta di zucchero, e non è altro che cioccolato modellabile (da qui, “plastico”. Lo si ottiene sciogliendo 2 parti di cioccolato fondente fino alla temperatura di 40°C, per unirlo a 1 parte di glucosio; si mescola, lo si stende a raffreddare e poi lo si modella con le mani ben cosparse di zucchero a velo fino a ottenere un impasto malleabile.

Cioccolato al latte

Il cioccolato al latte, altrettanto amato, è composto da percentuali diverse: non meno del 14% di sostanze derivate dal latte oltre alla pasta di cacao, al burro di cacao, allo zucchero e al latte puro. Questo può sostituire facilmente il cioccolato fondente in molti dolci, con l’unica accortezza di ridurre a piacimento la dose di zucchero prevista. Prova la torta al cioccolato, usando quello al latte!

Cioccolato bianco

Il cioccolato bianco è una preparazione del tutto diversa rispetto agli altri cioccolati, talmente diversa da non essere nemmeno considerato tale da molti. Cos’ha di tanto diverso? Non contiene massa di cacao. Qui la nostra cheesecake al cioccolato bianco.

Cioccolato gianduia

Il cioccolato gianduia è un fiore all’occhiello tutto italiano, ed è composto da una percentuale tra il 20 e il 40% di nocciole: per essere gianduia, tuttavia, le nocciole non devono sentirsi sotto i denti ma far parte di un cioccolato cremoso e scioglievole. Che ne dite di provare a fare la torta gianduia?

Cioccolato di Modica

Il cioccolato di Modica fa parte dei cioccolati speciali perché è un prodotto molto particolare e realizzato con un particolare procedimento. Innanzitutto è un prodotto esclusivo della città di Modica, in Sicilia, e si tratta poi di un cioccolato poco cremoso ma anzi più simile a cacao e zucchero compattati. Lo zucchero, inoltre, è lavorato poco in modo che i cristalli si sentano molto bene assaggiando questo cioccolato. Come si ottiene un cioccolato così? Lavorandolo entro i 40°C.

Cioccolato Crudo

Lo si confonde spesso con il cioccolato di Modica, ma la sostanziale differenza è che il cioccolato crudo viene lavorato a freddo, ovvero non oltre i 40°, in tutte le fasi di produzione. Inoltre, il cacao non è tostato, motivo per cui si presenta piuttosto opacizzato in superficie.

Mi-doux

Il cioccolato Mi-doux è un cioccolato particolare definibile connubio perfetto tra fondente e al latte. Il suo sapore è molto aromatico e regala note di caffè e liquirizia.

Cioccolato Surfin

Il cioccolato Surfin è molto simile al Mi-doux in quanto a composizione, ma l’aromatictà è più peculiare e ricorda il tabacco.

Cioccolato Ruby

Il cioccolato Ruby ha fatto molto parlare di sé negli ultimi anni: si tratta di una nuova tipologia di cioccolato tutto rosa, che non ha aggiunte di frutta o coloranti, bé aromi particolari.

commenti (0)

Accedi / Registrati e lascia un commento