di Chiara Cajelli 19 Marzo 2020
muffins

Oggi vi conquisteremo svelandovi come sostituire il lievito nei dolci. Immaginate: siete a casa, magari è tardi, volete fare una torta o soddisfare il languorino con una teglia di muffin e non avete l’ingrediente più importante di tutti, ovvero l’agente lievitante. Oppure, avete determinate intolleranze che non vi consentono di usare il lievito classico, o ancora avete in casa un agente lievitante che vi sembra sbagliato…Don’t panic, perché la pasticceria di soluzioni e di strade alternative è fitta.

Ecco a voi tutte le soluzioni per risolvere la situazione: bicarbonato, aceto, zucchero, yogurt, limone, alcuni di questi elementi combinati. Una classica bustina di “lievito in polvere per dolci” è solitamente da 16 g, ecco perché abbiamo deciso di settare su tale dose le alternative elencate qui sotto.

Ammoniaca alimentare

farina e miele

Rovistando nella dispensa alla ricerca di lievito avete trovato solo una cosa che avevate dimenticato di avere: l’ammoniaca alimentare. Tranquilli, che andrà bene lo stesso! L’ammoniaca alimentare è un agente lievitante usato soprattutto per i biscotti, per farli crescere in larghezza e non in altezza. In forno, durante la cottura, emana un lieve odore di ammoniaca ma non preoccupatevi perché non influirà minimamente sul sapore. Usatene 6 g, per sostituire 16 g di lievito classico per dolci.

Lievito madre o naturale

pagnotta infarinata

In molti collegano il lievito madre o naturale a panificati come pagnotte e pizza, invece è perfetto anche per i dolci. Certo, sarebbe più indicato nei lievitati dolci e a lunga lievitazione (una treccia di pane, un pan brioches, una colomba), ma se avete la fortuna di poter usare un lievito naturale allora sperimentate! In questo caso, ogni 500 g di farina dovreste usare 80-100 g di pasta madre già rinfrescata.

Bicarbonato e aceto di mele

aceto di mele

Il bicarbonato è un preziosissimo alleato in cucina: ci aiuta a pulire fornelli forno e frigorifero, e ci viene in soccorso quando siamo senza lievito. Potete combinarlo con diversi ingredienti ben precisi, con dosi ben precise, per far lievitare i vostri dolci. In questo caso, 6 g di bicarbonato con 50 g di aceto di mele sostituiscono 16 g di lievito per dolci (una bustina).

Bicarbonato e limone

succo di limone spremuto

Come il bicarbonato reagisce bene e fa da agente lievitante se combinato con l’aceto di mele, così è efficace anche con il succo di limone. Nel caso, quindi, non abbiate aceto di mele, unite 6 g di bicarbonato con 30 g di succo di limone fresco.

Cremor tartaro con…

torta di mele

Il cremor tartaro è un sale acido con potere lievitante. Non è facilissimo da trovare nei supermercati, ma potete trovarlo nelle farmacie ben fornite. Per una dose standard di lievito per dolci (16 g, 1 bustina), miscelate 6 g di cremor tartaro con 4 g di bicarbonato e 3 g di fecola di patate.

Bicarbonato e yogurt

yogurt neutro

Se non avete in casa né aceto di mele, né limone, sappiate che il bicarbonato agisce anche con lo yogurt (in un tempo un po’ più lungo). Unite quindi 6 g di bicarbonato con 70 g di yogurt neutro. Se foste intolleranti al lattosio, sappiate che non potrete sostituire lo yogurt con uno yogurt vegetale o senza lattosio.

Lievito per torte salate

zucchero semolato

Anche se sulla confezione c’è scritto “lievito per torte salate”, non ci sono enormi differenza rispetto al lievito per dolci: per una volta e per emergenza, quindi, potrete tranquillamente usarlo seguendo i suggerimenti per le dosi!