Crash test per capire se il Bimby vale le 900 cucuzze

Cioè, è solo un problema di soldi? Che ieri si spadellava sui fornelli mentre oggi col Bimby, come sa non dico ogni esperto ma anche solo chi cuoce un uovo nel finesettimana, posso cucinare perfino io. Allora risparmierò, e infine metterò le mani sul batacchio (cosa avete capito?) per scoprire se è di una fighezza superiore che trascende ogni età,  come una parte di mondo vorrebbe farmi credere.

O se invece per grattugiare, tritare, macinare, emulsionare, montare, mantecare, impastare devo comprarmi il Ken (confidenziale per Kenwood, la Barbie non c’entra) o quello americano colorato e fichissimo. Che però non cuociono. Provvidenziali, arrivano gli amici di Wired, “aspetta Massimo, prima guarda la prova sul campo”. Il crash test spetta a uno studente universitario fuori sede. Guardate come è andata, e dopo ditemi: il batacchio, sì, insomma, il Bimby, vale le 900 cucuzze?

PS. Ma la velocità Spiga?!?

[Crediti | Link: Hi-Tech News, Wired.it, grazie a Andrea di Wired per la segnalazione]

Massimo Bernardi Massimo Bernardi

19 Agosto 2012

commenti (145)

Accedi / Registrati e lascia un commento

  1. Mia mamma ce l’ha, ma essendo cuoca di talento preferisce usarlo come un bel robot da cucina, non certo per fare la polenta o il risotto come ho letto su qualche forum di sventurati internettari.
    Il risotto fatto con questo marchingegno nella mia galleria degli orrori viene subito dopo il risotto fatto con la pentola a pressione (sic).

    1. Avatar Sara ha detto:

      Non so come sia il risotto fatto con “il marchingegno”, ma su quello in pentola a pressione io, un’ex talebana del risotto tirato a mano, mi permetto di dissentire:
      1) il risotto in pentola a pressione va saputo fare, con doti di precisione certosina su dosaggio di acqua e “minutaggio” di cottura (parte in chiusura e parte in apertura).
      2) una volta “adempiuto” il punto 1, con la pentola a pressione si possono cucinare risotti veramente ottimi.

    2. posso garantire di ottimi risotti fatti col forno a microonde, naturalmente sapendoci fare…

    3. Avatar MaMo ha detto:

      pienamente d’accordo, nel micro viene un riso pilaf (o pilau) fantastico, provare per credere.

    4. Avatar NomeBRRRIMBRI ha detto:

      ancora col microonde???? 1) destruttura i cibi inquanto scalda partendo dall’interno e già qui vi dovreste preoccupare….
      dannoso per la salute,quando è in funzione stare a distanza, non bisogna aprirlo mentre funziona nemmeno per controllare, insomma un vero schifo…
      non ci credo che ancora nel 2014 si continui a utilizzare tale prodotto.
      I cibi poi sono di scarsa qualità e chi dice sono ottimi…non è abituato 1)a mangiare veramente bene 2) non è abituato a mangiare sano.

    5. Avatar Quanta ignoranza ha detto:

      Io non ci credo che nel 2014 ci sia gente che ancora tira fuori questi luoghi comuni che tutti sanno essere falsi :S

    6. Avatar Brimbry ha detto:

      E si allora è vero nel 2014 esiste gente che non sa ancora certe cose
      Tipo : i micro onde furono ritirati dal mercato ( usa – quindi prima di arrivare in Italia )inquanto l’involucro non era ben protetto appunto dalle micro….(dannose per il nostro organismo). Oggi se ti informi i microonde sono Isolati pertanto se chiusi non provocano danno (almeno non dovrebbero – informati – leggiti il tuo librettino che forse è meglio) il problema nasce inquanto molti aprono il microonde ancora in funzione….per controllare… quando invece bisogna stare a distanza di almeno un metro . Forse non sai come funziona un microonde…..
      Vedi anche Altroconsumo che cita :
      Effetti sulla salute

      •Il forno a microonde è cancerogeno?

      Alcuni studi sulle microonde dimostrano che possono avere effetti cancerogeni solamente se ci si sottopone ad esposizioni prolungate a distanza molto ravvicinata alla sorgente ma la fuoriuscita di radiazioni è talmente piccola ed il forno viene utilizzato per tempi così brevi che l’utilizzo del forno a microonde non può categoricamente portare ad effetti cancerogeni.
      •Le microonde possono fuoriuscire dal forno ed essere rischiose?

      Grazie all’involucro di metallo e alla fine rete metallica incorporata nello sportello del forno la maggior parte delle microonde rimane all’interno dell’apparecchio. Solo una piccola parte ne fuoriesce (fino a 5 cm di distanza si può registrare un’intensità di radiazione più alta, ma basta allontanarsi di 30 cm circa perché tali valori siano oltre dieci volte inferiori ai limiti ammessi). Dei circa 1000 Watt presenti all’interno di un forno, per legge, ne possono uscire meno di 5 milliWatt al centimetro quadrato alla distanza di 5 centimetri: una densità di potenza inferiore a quella di un telefonino. I dispositivi di sicurezza inoltre sono testati in condizioni critiche per garantirne il corretto funzionamento.
      •Come migliorare la sicurezza del microonde?

      La fuga di radiazioni può essere maggiore se le guarnizioni dello sportello sono difettose o sporche. Tieni quindi puliti lo sportello e le guarnizioni e controlla che niente sia danneggiato.

      Fine citazione .

      —————————————————————–
      Alla faccia del c…. e io devo rischiare??? stare attento alla guarnizione un po sporca??????? Scusami ma anche no.
      Siccome che ti stanno dicendo in maniera SDOLCINATA che può provocare danni…… sappiamo benissimo che chi è abituato ad usarlo rimane a contatto per diverso tempo… vedi i bar.. vedi molte casalinghe…..
      considerando anche il fatto che di cose che ci ammalano in giro ne abbiamo abbastanza, non credo ci sia bisogno di aggingere il microonde… se ti vuoi ammalare fallo tu. Io NON spendo soldi per avere un attrezzo in casa che è un potenziale produttore di Tumori.
      Per quanto riguarda le guarnizioni, sappiamo benissimo che in molte case vige un poco di trascuratezza ( per via anche della non conoscenza e tu ne sei un esempio ), tutte quelle ondine del piffero te le cucchi …. un poco di distrazione col microonde, un poco con i cellulari, un poco per fattori vari… il nostro fisico va in accumulo e alla fine il tuo poco diventa tanto ed ecco che ci meravigliamo se un giorno ci svegliamo e cominciamo a stare non troppo bene….e si scopre che ci siamo ammalati ( non chiediamoci poi il perché – una delle maggiori cause è appunto la disinformazione, nostra trascuranza ).
      Prova ad andare a casa di qualche oncologo a vedere se gira vicino al microonde…. al massimo (ammesso che ne abbia uno), lo fa fare alla governante lui però col caiser che si avvicina.
      Se si dovesse dire realmente come stanno le cose chiuderebbero dei colossi mondiali con migliaia di disoccupati….a buon intenditor.
      Io col caiser che lo compro. E SI DISINFORMAZIONE NEL 2014…

    7. Avatar Mikefon ha detto:

      Sono un laureato in fisica e ho studiato a fondo le microonde.

      Il forno a microonde produce molte meno microonde di un cellulare mentre chiami! Inoltre già la struttura di metallo isola in maniera ottima (cerca gabbia di faraday su internet). In più parliamo di 5cm e un po’ più di 5mW in caso di guarnizioni usurate. Prova a misurare 5cm e guarda se stai sempre così vicino. L’intensità del campo elettromagnetico in una sorgente di onde sferiche (come si possono approssimare quelle del forno a microonde) diminuisce come il quadrato della distanza. Per i profani è una diminuzione molto elevata.
      Ripeto rischi molto di più con una chiamata al cellulare. Inoltre le microonde non si accumulano nel corpo….

      Infine ho visto fior fior di oncologi fumare 10-15 sigarette al giorno, figurati se sono preoccupati di un forno a microonde…

    8. Avatar Mara ha detto:

      Mi sembri un tantinello esagerata e pure tu non molto informata.

    9. Avatar Chicco Reale ha detto:

      Ma prima di scrivere ENROMITA’ di questa portata non ti viene almeno il sospetto che dovresti informarti? Hai scritto una quantità di stupidaggini da far invidia a beppe grillo

    10. Avatar Dada ha detto:

      Il risotto con il bimby viene benissimo, e lo dice una che cucina in modo tradizionale e il risotto lo fa buono. Peccato per le porzioni.

    11. Allora, io sono 15 anni che uso il bimby ed è il 2° appaecchio comprato. Devo dire che a me il risotto, la polenta, quella che cuoce 40 minuti, e tanti altri piatti, mi vengono divinamente, certo è che bisogna saperlo usare nel modo corretto e usarlo solo per grattugiare o impastare, alloranon vale la pena di spendere tutti i soldi che costa. Io lo uso tutti i giorni per preparare dal primo al dolce anche il gelato. Senza di lui mi troverei persa. Io non posso farne a meno, inoltre spendo meno che usare il gas e occupa pochissimo spazio sostituendo pentole e attrezzi da cucina. Dopo il frigo e la lavatrice, per una donna, è il miglior aiuto che si possa avere, toglietemi tutto ma non il mio bimby, ahahahaha

    12. Avatar Luke ha detto:

      “spendo meno che usare il gas”?
      che il costo dell’elettricità usata possa essere minore di quello del gas, a parità di “watt” consumati, mi sembra molto molto MOLTO difficile…

    13. Avatar Davide ha detto:

      E pensare che i risotti del bimby sono il suo cavallo di battaglia, oltre agli impasti.

  2. Ecco, ottimo post. Mi sono sempre chiesto se le critiche rivolte al Bimby sono giustificate oppure sono solo l’espressione di un luddismo gastronomico che vede la macchina come il nemico da disprezzare a prescindere. Mi piacerebbe sapere il parere di chi l’ha usato.

    1. Avatar Deckart ha detto:

      Io ho un Kenwood professionale, non cuoce ma fa tutto il resto alla perfezione. Estrae succhi, trita carne, monta a neve…
      Certo poi le cose che estrai, triti e monti devi prenderle, lavorarle e metterle in forno o padella, come si conviene all’attività della cucina.

      Il bimby l’ho provato e lo trovo onestamente sopravvalutato. A di là della marmellata (che viene molto meglio in pentola) e il pane (che viene molto meglio in forno) non mi sembra ‘sta meraviglia tecnica.

      Capisco che per chi non è capace di cucinare davvero, o per chi adduce l’eterna scusa del “non-ho-tempo-lavoro-i-figli-e-la-palestra–il-sudoku-poi-c’è-amici-su-canale5”, possa sembrare risolutivo: uno dopo un po’ si abitua al pane moscetto e al risotto colloso, specie se ha l’incentivo dei 5 minuti risparmiati che spinge a non vedere i problemi.

      Il prezzo poi è assolutamente fuori dal mondo: ci sono robot da cucina di qualità e prestazioni infinitamente superiori a un terzo del prezzo. E’ un elettrodomestico casalingo al prezzo di uno professionale, e già questo mi spingerebbe a lasciarlo perdere in favore di qualcosa di più “serio”.

    2. Avatar lino grigno ha detto:

      A prescindere dal fatto che moltissimi chef stellati e pluristellati hanno almeno un Bimby in cucina, anzi chiamiamolo con il nome corretto, Termomix (Bimby è solo per il mercato italiano), credo che la tecnologia debba essere utilizzata per quello che serve e non esserne schiavi. Basta sapere cosa farne. Inoltre, per la precisione, quello del crash è il penultimo modello, sostituito dal almeno 4 /5 anni dal TM31, arricchito con il Varoma. Il Kenwood Cooking Chef, ultimo nato della casa inglese, ha superato in prestazioni e accessori il modello della Vorwerk. Per di più ha un maggior grado di precisione della cottura, cuoce a induzione e non a resistenza come il TM31. La pulizia delle lame è semplicissima. La messa a punto, infine, ha visto la collaborazione di alcuni noti chef. La tecnologia aiuta e ma non realizza i piatti.

    3. Avatar Miky ha detto:

      Volevo solo dire che io lo uso ed è fantastico, non sono una che non sa cucinare anche perchè mi piace cucinare prima nel modo tradizionale ma se posso usare la modernità beh ben venga. In più mi piace anche inventare e col Bimby si fa benissimo, altra cosa…..forse non siete appassionati di cucina ma il bimby come l’Artisan kitchenaid si vede molto spesso in tantissimi programmi di cucina Italiani e stranieri.
      Poi per parlare di robot da cucina infinitamente superiori beh…..considerando che x fare le stesse cose devi avere 200 pezzi da cambiare che ti occupano tutta la cucina…..penso che almeno guadagniamo in spazio. Per quanto riguarda il fatto che per voi non è un macchinario ad uso professionale mi spiegate come mai tantissimi ristoranti nel mondo e non parlo del MCDonald, ne fanno uso da tanto tempo? Poi per quanto riguarda i materiali è usato l’acciaio inox come negli altri robot da cucina….oddio nel minor numero di robot da cucina xchè la maggior parte è fatta in gran percentuale di plastica.
      Per quanto riguarda il kenwood kMix professionale è una copia di quella macchina che citavo sopra dell’artisan, è praticamente uguale anche negli accessori. Poi la kenwood ha anche copiato il bimby creandone uno che cucina il Cooking Chef KM070 …..quindi se il bimby non fosse così buono, non sarebbe così copiato!
      Poi è ovvio che ogni persona ha predilezione per uno o per l’altro, esattamente come per la cucina e per i metodi di cottura ma non per questo bisogna cercare di distruggere quello che non preferiamo a meno che non si sia venditori dell’uno o dell’altro!

    4. Avatar pepe ha detto:

      “il pane viene molto meglio in forno…”
      ce ne vuole per scrivere una simile castroneria… e ce ne vuole quindi anche per sparare giudizi su qualcosa che evidentemente NON SI CONOSCE nenche lontanamente.. visto che Bimby non sostituisce il forno e il pane conesso elaborato VA OVVIAMENTOE POI COTTO IN FORNO, dalla cui qualitaà e capacità puà comunque dipendere anche la buona riuscita del pane…

      bha…

    5. Avatar pepe ha detto:

      dimenticavo: l’amico deckart che definisce colloso un risotto che è chiaro non ha mai assaggiato, sappia che per fare un risotto meraviglioso in maniera tradizionale bisogna saper cucinare davvero: con bimby invece diventa alla portata di tutti.. davvero dopo un paio di volte al max che lo si fa.

      eviterei poi paragoni col kenwood, ottimo prodotto, ma che neanche nell’ultimissima versione che finalmente cuoce riesce ad eguagliare bimby, senza contare che costa anche di più del bimbuy ed occupa il triplo dello spazio in cucina, oltretutto essendo ancora concepito come i vecchi robot necessita di cambiare accessori a seconda delle cose che si va arelizzare, mentre bimby è tutto lì all-in-one in 30 cm di spazio… perfetto quindi anche se avete solo un angolo cottura.

    6. volevo scrivere all’amico Decktart tante cose, che sicuramente non conosce di questa meravigliosa invenzione della Vorwerk, ma poi ho letto quello che avete scrtto voi, ed erano le stesse cose che avrei scritto io, quindi non mi resta che confermare tutto. Oh nessuno ha detto che fa anche un’ottimo gelato, io ci faccio anche il formaggio e il burro.

    7. Avatar memole ha detto:

      Se posso dare il mio parere su questo Elettrodomestico……penso sia eccessivamente costoso e rivolto a un pubblico ben preciso cioè chi non sa muoversi in cucina. ….un risotto se hai passione e amire lo fai in 20 minuti!!!!!è come l’aspirapolvere della stessa azienda. ….a me nn ha soddisfatto!!!!!

    8. tu il BIMBY non sai nemmeno cos’è. Prima di espimere giudizi, bisognerebbe almeno conoscere. Se tu conoscessi i BIMBY sapresti di certo che il BIMBY non fà il pane bensì l’impasto che devi comunque poi cuocere in forno. INFORMARSI prima di scrivere inesattezze.

    9. Avatar queen ann ha detto:

      Lo uso da circa due anni. I risultati sono: la mia spesa si concentra sui fondamentali (farina anziché pane, frutta e verdura e carne tutti veri anziché inscatolati, precotti, surgelati, essiccati etc).
      Risultato spesa minore, più salute in famiglia, la cena è sempre una sorpresa, non si butta niente, risolti alcuni problemi di allergie, meno ristoranti e purtroppo qualche kilo in più.
      Ho imparato a cucinare con bimby, prima credevo di saper cucinare ma ero solo una brava a cuocere e niente altro.
      Certo con quello che costa se lo possono permettere le donne con stipendio proprio o con tenore di vita medio-alto e forse qui c’è un poco di invidia.

    10. Avatar Jennifer ha detto:

      Ecco l’invasata del Web (già una che si sceglie “Queen” come nick la dice lunga) che crede di fare la “Signora” della situation, dando del “morto di fame” a chi non ce l’ha o a chi non crede all’utilità di questo prodotto. Tesoro, scendi dal pero e impara un po di umiltà …informazione di servizio: ho un ottimo stipendio ma non butterei mai via i miei soldi dietro uno pseudo robot da cucina!

    11. Avatar memole ha detto:

      Non è corretto scrivere e sottilieare condizioni economiche altrui!!!!ti posso invece garantire che la gente fa debiti e neanche se lo può permettere solo x farsi grandi e bravi di fronte agli altri e tutto perché è una moda!!!!e poi sinceramente diciamocelo. …..non sanno nemmeno friggere un uovo!!!!!!!?

    12. Avatar NomeBRRRIMBRI ha detto:

      Ma per favore finiamola di dire cretinate……..cucina più sana???? ma in che film????? secondo voi cucinare la pasta direttamente nel cestello del brimbri con già il sugo dentro è salute ( l’amido della pasta è salute? solo le colle che produce nel nostro intestino?? )??? ma fatela finita.
      La tua spesa si concentra dove??? Ma scusa prima compravi solo scatolette e verdure già pronte???? ma da dove salti fuori????
      Ti preparo verdure risotti arrosti cosciotti di pollo in pochissimo tempo e se vuoi ti faccio un ragù che te col tuo bimbino manco lo sogni….e sono pronto a sfidarvi tutti, schef compresi ( che poi lo usano solo perché pagati per pubblicità….).
      Personalmente ho avuto il brimbri in prova e devo dire che i ragù che si facevano erano scandalosi a dir poco. 900 euri per un prodotto cosi, ma neanche se mi drogano lo compro.

    13. uso il bimby da 18 anni,prima avevo il modello precedente adesso ho il tm31,nonostante sono una brava cuoca anche ai fornelli adoro questo robot da cucina perchè ti fa risparmiare tempo e denaro e perchè è veramente un grande aiuto.qualsiasi ricetta viene perfetta e specialmente il risotto,io uso il riso carnaroli e lo lascio cuocere per 13 -14 minuti. ma avete provato a fare il pan di spagna nel bimby? servono i soliti ingredienti e 50 secondi a velocità 4……….ma chi vi da tanto?

  3. Avatar Tambu ha detto:

    ultimo modello un cavolo nero!! quello è il TM21, l’ultimo modello è il TM31. Il tizio mi sembra decisamente (o volutamente) imbranato, perché – parola di negato – seguendo pedissequamente la procedura le cose vengono tra il dignitoso e il normalmente buono.

    1. Bernardi, bisogno informarsi prima di scrivere i post … oltre a sbagliarmi l’ultimo modello non sai che ora il KEN cuoce anche … suvviaaaaa !!!!!

    2. Avatar Silvia F ha detto:

      Un solo modello, il Kenwood Cooking Chef, cuoce. Ma nella vulgata corrente il Ken, come il KitchenAid, sono robot da cucina, che principalmente svolgono funzioni di supporto e preparazione, ma non di cottura.

      Insomma, se dici Ken, intendi il classico, splendido, robusto, robot da cucina. 🙂

    3. Avatar Paola ha detto:

      Scusate vedo tanta confusione evoglia di parlare senza averne i fondamenti per farlo. Precisiamo , La Kitcheneid è una planetaria , non è un robot, il kenwood è un marchio che fa roboto e il cooking chef= costa di più del Bimby.
      Io amo cucinare, impastare e mescolare, ma me lo posso permettere solo nei fine settimana e a volte nemmeno. Allora perchè aborrire uno strumento che mi risolve non solo in tempistiche di esecuzione ma anche in tutti quei tempi accessori che sono la pulizia di tutti gli strumenti che sporchi per poter essere originale in cucina. Ho assistito ad una preparazione del Bimby e non è assolutamente vero che il risultato è poco più che dignitoso, il risultato dipende sempre dalla cuoca e dagli ingredienti che vengono utlizzati. Il Bimby raggruppa in un unico strumento ,più strumenti e la cottura è fatta come una pentola ad induzione. Vogliamo parlare male anche della pentola ad induzione? allora aggiungiamo anche il forno a micronde, utilizzato da moltissimi chef per creme, cremette e salsette varie , etc etc, mi avete convinto io il Bimby me lo compero perchè coniuga , salute, benessere, qualità e risparmio di tempo!

    4. per deckart
      suppongo che tu non abbia il bimby e che non lo abbia proprio mai visto, altrimenti non diresti che il pane si cuoce meglio al forno che con il bimby. E ci credo, visto che il bimby NON cuoce il pane, ma lo impasta solamente!! Faresti meglio ad assaggiare anche le marmellate, che se sapute fare, sono ottime e non necessitano di additivi come la pectina per la densità. Per la prossima volta informati e continua a cuocere con tuo robotino che mi risulta costi molto più del bimby e che, causa ingombro e poca praticità, rimane il più delle volte, nella sua scatola.

    5. Ma sono tutti cosi acidi i possessori di bimby? Guarda che se’ hai scoperto che con il bimby puoi fare la marmellata non singnifica che altre persone non la facciano perche non possiedono il robottino. Si puo’ fare tutto e di piu’, il robottino e un buon aiutate in cucina e un discreto “homo faber” per chi è incapace di cucinare.

    6. Avatar NomeBRRRIMBRI ha detto:

      si eccone un altro….
      il Kenwood costa di più??? ma che …….dici.
      se devi dire una favolina dilla per intero e non solo quello che fa comodo.
      il Kenwood costa si di più ma è anche vero che fa semplicemente più cose….per esempio la pasta con le sue trafile al bronzo, tira la pasta sfoglia, utilizza un attrezzo con contenitore minuscolo per fare i triti…
      cosa che col bimbi se devi tritare a volte ti capita che la roba è ataccata alle pareti….per via del cestello troppo grande ( e io pago 900 euri per vedermi un semitrito ataccato alla parete del cestello??? dai su non scherziamo).
      il Kenwood macina la carne, il bimbi la frulla ( ma non è la stessa cosa), altrimenti non esisterebbero i tritacarne…i macellai userebbero un frullatore se fosse uguale, la Kenwood ha un estrattore di succhi a bassi giri che non scalda e mantiene inalterate le sostanze vitali della verdura e della frutta, che non è come frullare o centrifugare…. la ken. fa tanto altro quindi ragazzi le storielle raccontiamole per intero.
      se poi vogliamo dire che è un buon robot ed è robusto ok va bene, ma il prezzo è esagerato, per quello che fa e come lo fa. per quanto mi riguarda è un normale robot costoso.
      Preferisco si spendere tanto ma comprando un Kenwood non ho più bisogno di altro.

  4. Avatar Tambu ha detto:

    ah, per rispondere alla domanda: probabilmente il giocattolo vale i soldi che costa, a patto di non duplicare elettrodomestici che già si possiedono e che diventano inutili. Tipo: coppia che si sposa può prendere il bimby invece di 4 cose diverse. O alternativamente bisogna trovare modo di liberarsene (noi abbiamo regalato la macchina del pane, divenuta obsoleta 3 minuti dopo il primo impasto a velocità spiga 😀 )

    1. Avatar let ha detto:

      Io non sapevo neanche cosa fosse ma a 30 anni e passa me l’ha regalato mia suocera poco prima che andassi a convivere con mio (diventato poi) marito. A mala pena avevo 3 padelle e due pentole. Inoltre una cucina non piccolissima ma certo in cui i piani di appoggio non ci sono. Ho sempre amato la cucina e continuo a fare a mano ciò che ho imparato a fare così (anche pane e pizza) però il Bimby è stato una scoperta. é un connubio persona – robot e come dice Tambu non ho avuto bisogno di altri apparecchi come la bilancia, il termometro, il mixer, pentole a vapore, ecc. Ho poi imparato a fare da me sempre più cose (es. il dado vegetale, il burro, ecc. che sì potresti fare anche senza, ma perché? Visto che riesce così bene col bimby) e se ho ospiti e ho fornelli e forno occupati, diventa il terzo moschettiere. Come tutte le cose, se lo utilizzi, vale i soldi che costa. Se lo usi solamente per un paio di cose… ne puoi fare a meno

  5. Avatar lido ha detto:

    Secondo la mia modesta visione, li vale tutti i soldoni, si rompe pochissimo
    fa quanto o quasi una persona, lavora per ore senza mai sbuffare, oltre i giaà citati usi, aggiungo per la pasticceria è veramente fondamentale, io ci faccio pure cotture in oliocottura, e cotture sottovuoto, adoro il Bimby.
    Ciao Lido

    1. Avatar Carmine Capacchione ha detto:

      Basta inserire il cestello della cottura a vapore. Ovviamente così però lo spazio è piuttosto ridotto. 😉

    2. Avatar lido ha detto:

      Semplice inserisci il cestello e velocità 1, io ho modificato, pardon fatto costruire un cestello più profondo, per cose di non enormi dimensioni è uno sballo. Ciao Lido

  6. Avatar Jaws ha detto:

    se posso citare questo sito , nel link qui sotto http://www.cookaround.com/yabbse1/forumdisplay.php?f=127

    potrete vedere che il bimby viene utilizzato al meglio delle sue possibilita’ , io lo vedo come un robot da cucina da usare come aiuto , mia madre ce l’ha da 15 anni e non ha mai avuto problemi ( ecco la mia autogufata casalinga) .

  7. Avatar Carmine Capacchione ha detto:

    Il risotto, come già ricordato, non viene bene ma per il resto i 900 e rotti euri li vale tutti. Da quando c’è mio figlio è praticamente indispensabile per preparare i suoi omogeneizzati e le sue pappe di verdure. Il limite vero è per le preparazioni che richiedono di incorporare aria (albumi a neve, maionese, purè) perché il foro superiore nel coperchio non è sufficiente e in tal caso preferisco il classico frullino.

    1. CARISSIMO CARMINE, SE CI SON COSE CHE IL BIMBY FA OTTIMAMENTE SONO LA MAIONAISE E IL PURE’ QUINDI TU O NON CONOSCI L’APPARECCHIO O NON LO SAI PRATICAMENTE USARE!

  8. Avatar Luca ha detto:

    Per piacere basta con questi sono post ai limiti dello spam!!!!

    1. Avatar MAurizio ha detto:

      Effettivamente, come test su strada da dilettante allo sbaraglio di uno dei piu’ costosi “attrezzi per non professionisti” presenti in commercio non mi sembra molto riuscito.
      Un po’ come far testare una Ferrari a un neopatentato che va a fare la spesa …
      Con una videolezione di Bonci a costo zero avrebbe fatto sicuramente meglio …
      Poi se l’idea era che il coso è talmente idiot-prof che anche un dilettante riesce a farci la pizza …

  9. Non l’ho mai usato, ma credo che pretendere di aprire una scatola, usare un attrezzo nuovo e aspettarsi che al primo colpo dia risultati decenti e’ un po eccessivo. Sopratutto sul discorso pizza, dopo i video di Bonci, e sopratutto dopo i corsi 2.0 del mostro (in senso supremo) dove appunto le farine fanno la differenza …….non credete?