Quanto costa aprire un ristorante oggi?

Aprire un ristorante oggi è un’idea così deliberatamente autopunitiva che chi ci pensa andrebbe spedito in analisi prima che faccia sera. Ma insomma, io e le mie corna ci siamo imbattuti in una pseudo-rivista economica molto di moda nell’era del triceratopo, cui qulcuno ha scritto per sapere quanto costa.

Letta la risposta chiedo a voi che, come si dice, la sapete lunga, 80-130 mila euro sono la cifra giusta? (psst… chi indovina la rivista?)

Un ristorante è un’azienda. In quest’ottica tutto va soppesato al grammo, perché i piccoli errori provocano un effetto valanga: i conti sono matematici, non sentimentali. Quindi la prima voce che va inserita è quella dello stipendio del titolare, pena lo sfasamento gestionale. Inoltre l’attività segue logiche precise: impossibile farcela con numeri — di coperti, di superficie, di investimenti — troppo limitati.

Un ristorante a livello medio, con uno scontrino di 30 euro, non riesce a far quadrare il bilancio se ha meno di 60 coperti. Per ogni cliente in sala è necessario uno spazio compreso tra 1 e 1,7 mq. Difficile spendere meno di 20mila euro per le attrezzature (cucina, frigoriferi…), meno di 4mila euro per tavoli e sedie, meno di 5mila euro per le stoviglie. In tutto, l’investimento parte da 80mila-130mila euro, licenza esclusa. In aggiunta a quella del cuoco va calcolata la presenza di almeno due persone in sala, a seconda del tipo di servizio proposto. Occhio: l’affitto del locale non deve superare il 10% dell’incasso. Per stare a galla, il fatturato minimo è di 400mila euro.

[Immagine: Pianeta Donna]

Massimo Bernardi Massimo Bernardi

16 Aprile 2010

commenti (85)

Accedi / Registrati e lascia un commento

  1. grande post, adesso lo faccio vedere a ‘ibbabbo e chiedo l’aumento…
    cmq i conti non sono del tutto sballati, anzi direi che ci chiappano abbastanza, aggiungo qualche cifra tipo 20-30mila euro l’anno per lo smaltimento rifiuti, 10mila di costi inerenti la sicurezza HACCP e oneri vari. Altri me ne verrano in mente poi e ve li metto con calma

    1. Avatar Mauro ha detto:

      Ragazzi non esageriamo, non so da dove scrivete, ma qui in Umbria le cose sono diverse.
      Lo smaltimento rifiuti per un ristorante di circa 400 mq è sui € 4000 l’anno, il costo HCCP e sicurezza + derattizzazione 2500 all’anno.
      Poi una volta trovato un’immobile in buona posizione e con le giuste caratteristiche si potrebbe veramente spendere da un 20.000 ad un 80.000 € dipende anche dal tipo di locale.
      Comunque concordo, aprire un ristorante da nuovo……. Internazione immediata

  2. Avatar adriano liloni ha detto:

    corrente elettrica affitto o leasing d’acquisto dipendentie relativi f24 tasse comunali smaltimento rifiuti inps assicurazioni varie commercialista tasse fine anno ed infine la materia prima che incide solamente per il 35%…..
    ah dimenticavo il sussidio di sopravvivenza per il gestore…di questi tempi!

  3. Avatar fabrizio pagliardi ha detto:

    “licenza esclusa” fa ridere… Roma centro pesa dai 110.000 ai 140.000 euro, solo quella, a seconda delle zone.

  4. Se mi balenava una mezza idea come prossimo investimento imprenditoriale, adesso proprio manco quella mezza.

    1. Avatar Pheed ha detto:

      Pensavo che devo proprio tornare da N.C. 🙂

    2. se siete interess io posso vendere tutta la mia attrezzatura ad un prezzo molto interessante ed in ottimo stato grazie

  5. Avatar adriano liloni ha detto:

    bravo nicola se ti riferisci alla spesa totale.
    non si inizia neppure……

  6. Avatar andrea beccaceci ha detto:

    ….e se sapesse , chi ha scritto quella roba , quant’è più costoso chiuderlo un ristorante..:-))