Gamberi freschi: come riconoscerli

Come riconoscere i gamberi freschi? Abbiamo deciso di preparare un pranzo o una cena a base di pesce o anche un aperitivo stuzzicante per i nostri amici. I gamberi possono diventare i protagonisti di mille ricette diverse. Ma se non sono di ottima qualità e, soprattutto, se non sono freschi, il risultato finale che arriverà nei nostri piatti non sarà quello che ci siamo aspettati.

Non è solo una questione di sapore, che comunque gioca un ruolo fondamentale quando si parla di qualità dei prodotti che portiamo sulle nostre tavole. Se i gamberi non sono freschi, possiamo anche rischiare problemi di salute, come intossicazioni alimentari. Possiamo affidarci al nostro pescivendolo di fiducia, che solitamente ci sa dare i consigli migliori. Ma se li compriamo in un supermercato o in un negozio che non abbiamo mai frequentato, forse sarebbe meglio imparare a riconoscere i gamberi freschi da quelli che hanno un po’ di giorni sulle chele. Esistono dei piccoli trucchetti per riconoscere un gambero vecchio da uno, invece, fresco. Siete pronti a scoprirli?

La testa e gli occhi dei gamberi freschi

Appena entrati nella pescheria o di fronte al banco del supermercato, buttate subito l’occhio sul reparto dedicato ai gamberi. Hanno ancora la testa attaccata? Con tutte le antenne? Oppure in parte è stata staccata? Sappiate che se non sono freschi, ma sono gamberi surgelati, parte della testa e delle antenne vengono tolte.

Inoltre fate attenzione agli occhi dei gamberi: se non ci sono o sono più piccoli del solito, vuol dire che il crostaceo non è fresco. Lo è quando gli occhi sono lucidi e grandi.

La corazza dei gamberi

Quando i gamberi sono freschi, la loro corazza appare resistente, dura, dall’aspetto lucido. Se sono viscidi, se si rompono e spezzano non appena vengono toccati, allora non sono freschi. Inoltre, se hanno delle macchie nere, vuol dire che non sono freschi. Se hanno delle parti gialle, soprattutto su coda e zampe, vuol dire che è stato usato troppo sodio bisolfato. Se sono viscidi al tatto, invece, vuol dire che sono stati per un po’ di tempo in un congelatore.

Il colore dei gamberi

Qual è il colore dei gamberi freschi? I loro colori naturali variano dal verde al marrone. Se sono un po’ rosati, vuol dire che sono stati appena scottati, quindi non sono assolutamente freschi. Ogni tipo di gambero ha il suo colore, quindi meglio informarsi bene prima di comprarli.

Il profumo dei gamberi

Ebbene sì, dovete anche annusarli. L’odore che hanno i gamberi in vendita ci dice molto sulla loro freschezza. Se hanno un cattivo odore, evitateli come la peste. Sono vecchi di molti giorni e quindi sulla strada della decomposizione i gamberi che sanno di ammoniaca o hanno quello sgradevole odore di uovo marcio. Di cosa devono sapere? Di mare!

E adesso che abbiamo imparato a riconoscere i gamberi freschi, ecco 5 errori da non fare mai con i crostacei. Le ricette a base di gamberi sono tantissime. E vedrete che pian piano, grazie alla nostra guida, porterete a casa solo i gamberi più freschi che ci sono in circolazione. Come dicevamo, ne va del sapore del piatto e della nostra salute: e con entrambi non si scherza!

Avatar Patrizia

1 Marzo 2019

commenti (0)

Accedi / Registrati e lascia un commento