di Lorenza Fumelli 8 Gennaio 2011

Con alcune medicine, la mente si riempie di pensieri interessanti, si concentra su punti specifici e viaggia su binari spesso inesplorati. No, non sono canne, sempre a pensar male. E’ Actigrip. Stavolta gli effetti del pasticcone bianco mi hanno incastrata sul termine Gastrofighetto. Cosa vuol dire esattamente? E’ una sorta di radical chic del cibo? Un modaiolo di dubbia sostanza che segue le tendenze del momento? Mon Dieu, c’est moi? Non lo so. Stando fuori come un paio di mutandine stese al sole, mi sono avventurata in rete alla ricerca del significato cercando di interpretarlo attraverso le frasi di editor e notisti di blog. Ecco i risultati in ordine di apparizione su google per la ricerca del termine: gastrofighetto

Gastrofighetto è:

Onestamente non ci ho capito un granché. Se avete le idee più chiare, lettori cari, vi prego di collaborare. Cosa vuol dire cristosantissimamente, questa parola? Chi o cosa è gastrofighetto?

[Crediti | Link: Dissapore, La cucina italiana, Coquinaria, Confusenet, La scienza in cucina, Scatti di gusto, Il Sole24Ore, friendfeed. Immagine: L’Espresso Food&Wine]