di Gaia Magenis 9 Marzo 2020
cocktail analcolici famosi

È qui la festa? Se la risposta è sì (e deve esserlo) è arrivato il momento di scegliere i migliori drink per darsi alla pazza gioia, ma se il party è in settimana meglio buttarsi, anche se non letteralmente, sui cocktail analcolici più famosi in circolazione.

Arancia, ananas, limone o orzata? Gli ingredienti sono tantissimi e perfetti per rispondere al palato di ognuno. Dal Red Sunset al Virgin Moscow Mule passando per il  Rose Lemon Spritzer: qui troverete 10 mocktail che faranno al caso vostro. Parola nostra!

San Francisco

san francisco cocktail analcolico

Gli amanti della frutta, come si suol dire in questi casi, cadono in piedi quando si parla di cocktail analcolici essendo uno degli ingredienti principali di quasi tutti i drink. Succo d’ananas e d’arancia, il tocco aspro del limone e infine lo sciroppo di granatina che si adagerà sul fondo. Mescolare bene e gustare!

Red sunset

red sunset mocktail

Aperitivo al tramonto? Il red sunset è d’obbligo, almeno per il nome. La base di succo di ananas e di arancia si arricchisce con la dolcezza del succo di pesca e una nota fresca data dalla menta. Non dimenticare il ghiaccio!

Rose Lemon Spritzer

Rose Lemon Spritzer

Quando la voglia di bollicine non si placa, ma il prosecco è fuori discussione l’acqua tonica al limone è una valida e ottima alternativa. Miscelatela con del succo di pompelmo e un cucchiaino di miele per un tocco dolcissimo. Cin cin.

Lemon virgin margarita

lemon vergin margarita

Tequila e triple sec sono gli ingredienti principali del classico margarita, un classico cocktail arricchito dal lime che unisce dolce e salato grazie al sesso posto sul bordo del bicchiere. La versione virgin di questo drink prevede succo d’agave, succo di limone e lime, succo d’arancia e ghiaccio, tanto ghiaccio.

Sangria analcolica

sangria analcolica

Togliere l’alcool dalla sangria suona sicuramente come una blasfemia, ma ogni tanto è possibile fare uno strappo alla regola. Il bello di questo mocktail è la liberta di scelta sulla frutta, anche se arancia e pesca non devono mai mancare. Per la base succo d’uva o mirtillo saranno perfetti.

Tropicale

tropicale cocktail analcolico

Poco tempo a disposizione? Fatevi un Tropicale e passa la paura. Un bicchiere alto, latte, sciroppo di menta e d’orzata, ghiaccio e una vigorosa girata con un bar spoon: pochi ingredienti per un mocktail fresco. Attenzione allo sciroppo d’orzata e cercate di andarci piano: più ne metterete e più sarà dolce.

Virgin Moscow Mule

moscow mule bicchiere

La versione analcolica del moscow mule non vi toglierà il diritto di utilizzare la tazza di rame per trarre in inganno gli amici. Qui il ginger ale sostituirà la ginger beer e la cedrata al posto della vodka, una grattata di zenzero e menta fresca.

Switchel

Switchel cocktail analcolico

Se la vostra serata promette bene e sapete già che il programma prevede di fare le ore piccole, lo Switchel è il vostro cocktail.

Gli ingredienti potrebbero stupirvi, ma sarà un boost di energia davvero inaspettato: acqua, miele, aceto di mele e zenzero. Miscelateli e lasciate riposare il tutto per 24 ore. Fun fact: è ottimo anche per marinare il pesce.

Lemonade fruit

Lemonade fruit

I mocktail di frutta sono sempre una certezza, proprio come il lemonade fruit che unisce il succo di lamponi a quello di limone. Metti tutto in uno shaker, insieme a qualche cubetto di ghiaccio ovviamente, e infine aggiungi soda a piacere per un tocco frizzante.

All Shook Up

All Shook Up

I frutti rossi sono spesso protagonisti dei cocktail analcolici più famosi. Tra colore e sapore, effettivamente, è impossibile negare la loro capacità di dare quel tocco in più qualsiasi mocktail come l’All Shook Up dove insieme a yogurt, miele, yogurt e un tocco di acqua di rose diventano un dolcissimo, è proprio il caso di dirlo, drink.

Virgin Royal Hawaiian

Virgin Royal Hawaiian

Per chi ha voglia di un cocktail analcolico a base di ananas, il virgin royal ananas è perfetto. Uno shaker con succo d’ananas, latte di mandorle, succo di limone e abbondante ghiaccio tritato. Dateci dentro con la shakerata e godetevi la sua dolcezza.