di Cristina Scateni 17 Maggio 2012

Com’è bello il gioco della polpetta. Servono tre ingredienti principali: qualcosa da ridurre in poltiglia, qualcosa che invece tenga insieme gli elementi e buone mani per formare palline o pallone, a seconda dei gusti e delle esigenze. Devo ammettere di avere una particolare perversione per le polpette, che in verità sono la prova dell’esistenza del cibo satanico: ne mangi 600 con leggerezza e con la coscienza pulita senza renderti conto che ti sei appena abbuffato nel migliore dei casi con 200 grammi di manzo, 200 di maiale, 100 di parmigiano, 2 uova, mollica di pane, pangrattato, prezzemolo, olio fritto.

Sono allegre e innocue le polpettine, quindi non destano sospetto. Il loro composto più tradizionale è quello descritto sopra, ma esistono milioni di varianti: dalle più classiche polpettine al pomodoro, a quelle di agnello, di baccalà, di formaggio, al curry, con uvetta, pinoli, di riso, di melanzane e così via all’infinito.

Ho pensato così che potremmo organizzare la festa della polpetta o magari “il polpetta day”, dove ognuno porta le sue e tutti insieme ci si abbuffa di amorevoli palline. Chissà se esiste già.

Io vi scrivo qui la mia ricetta di polpette preferita e mi preparo ad organizzare presto il Festival della polpetta o magari la festa della polpetta a casa mia.

Ingredienti per le polpette

  • ½ kg di carne di vitello macinata
  • ½ Kg di carne di maiale macinata
  • 2 uova
  • 150 g di mollica di pane
  • 150 g di parmigiano
  • Sale
  • Farina
  • Ingredienti per la salsa
  • 2 cipolle bianche
  • 2 mele golden
  • 2 cucchiai di curry
  • Olio
  • 1 cucchiaino di maizena
  • Sale
  • Limone
  • Preparazione

Unite la carne macinata, il pane duro messo in ammollo nell’acqua e strizzato, il parmigiano, le uova, il sale. Amalgamate bene e formate le palline, infarinate e friggetele in olio di semi.

Tagliate a fette le cipolle e fatele appassire in un tegame con un filo d’olio, aggiungete un po’ d’acqua per cuocerle bene fino a farle diventare molto morbide. Aggiungete poi le mele tagliate a fettine, il curry e un cucchiaino di maizena per addensare. Fate cuocere ancora qualche minuto e frullate il tutto. Salate, aggiungete una spruzzata di limone e unite le polpette. Fate insaporire a fuoco lento e servite. Io ci metto accanto del riso pilaf.

Voi di che polpetta siete? O forse vi piace di più il polpettone?

[Crediti | Immagine: Gourmet]